100 volte Franca

Un secolo. Franca Norsa, Valeri in onore di Paul Valery, è un pezzo di cultura di una Italia che ha dimenticato la cultura. È una rappresentazione della storia di...
Franca Valeri

Un secolo. Franca Norsa, Valeri in onore di Paul Valery, è un pezzo di cultura di una Italia che ha dimenticato la cultura. È una rappresentazione della storia di questo Paese che ha scordato la sua storia.

È una donna che ha continuato ad essere comunista, a votare Rifondazione Comunista per difendere uno spettro di valori che contrastasse quel disastro che fu il ventennio, che furono le leggi razziali, le discriminazioni e le violenze.

Ai sovranisti di oggi potrebbe benissimo rivolgersi come al marito nostalgico fascista e fallito imprenditore: “Cosa fai, cretinetti?!“.

Franca Valeri è una attrice che ama molto gli animali, che è andata oltre il suo semplice essere umana.

Per tutte queste sue qualità, si può dire di tutto cuore: grazie per essere ancora con noi!

(m.s.)

foto: screenshot

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • 100 sorrisi per Gianni Rodari

    Se penso a Gianni Rodari le prime immagini che mi vengono in mente sono disegni di bambini. Disegni sulle “Filastrocche in cielo e in terra“, trenini azzurri, visetti sorridenti...
  • A Samuel Paty

    Se sento il nome di Samuel Paty penso alla scuola, penso a quei ragazzi francesi che studiavano con lui e che imparavano, a poco a poco, a vivere laicamente,...
  • La gentilezza è una carezza

    «Scusatemi se vi saluto da lontano». Una frase bella, un bel pensiero perché sommessamente gentile. Cortese al punto giusto. Rispettoso e generoso. In fondo basta davvero poco per esprimere...
  • Decreti di redenzione

    Pare che dopo cinque riunioni al Ministero dell’Interno, finalmente le forze della maggioranza di governo abbiano trovato la quadra per superare l’ignominia dei “decreti sicurezza” di impronta giallo-verde. Ce...