117

Nemmeno davanti a 117 dispersi, forse morti annegati in mare, il crudelismo tace, ma afferma che la causa sono i porti aperti, non certo la mancanza di navi nel...

Nemmeno davanti a 117 dispersi, forse morti annegati in mare, il crudelismo tace, ma afferma che la causa sono i porti aperti, non certo la mancanza di navi nel Mediterraneo per soccorrere questi disperati a cui si sgonfiano i gommoni e che crepano dopo ore di ipotermia tra il gelo delle onde.

Nemmeno davanti a 117 dispersi il crudelismo tace, perché non conosce l’umanità ma solo il calcolo politico che rende la politica peggiore di quella della cosiddetta “casta” che derubava il pubblico ma che, alla fine, un tratto umano lo conservava. Non costava niente, era opportunismo pure quello ma almeno era liberale.

Oggi, mentre 117 migranti sono del tutto probabilmente morti, mentre la nostra aviazione militare è riuscita a salvarne solo 3, gli italiani plaudono ai porti chiusi, baciano le mani e plaudono alla mediocrità, alla crudeltà.

Poveri contro poveri. Già… dimenticavo… quota 100 e il reddito di cittadinanza salveranno la Repubblica dalla sua miseria morale, civile e inculturale. Tutto apparirà meraviglioso se paragonato alla mediocrità di Stato.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Gli inventori

    Che peccato… Così tanta bellezza artistica, così tanta cultura e così tanta storia in mezzo a pedofilia, banchieri corrotti, affaristi senza scrupoli, traffici loschi… E tutto grazie all’invenzione di...
  • Il cerchio della vita

    Euro 2020, Danimarca versus Finlandia. Christian Eriksen finisce a terra. Arresto cardiaco. I compagni i squadra accorrono, lo soccorrono. Gli praticano il massaggio cardiaco prima ancora dei medici. Gli...
  • Non ti saluto, mascherina

    Rivendico la scellerataggine di mettermi la mascherina anche all’aperto. Anche quando squillerano le trombe mediatiche del liberi tutti, del “non c’è più alcun pericolo”. Già si sentono ed etichettano...
  • A Musa, che voleva solo vivere

    Musa Balde aveva 29 anni. Li aveva. Si è impiccato come Geordie perché gli aprissero i cancelli del CPR dove era stato rinchiuso, a Torino, dopo essere stato aggredito...