Un selfie mortale

Farsi un “selfie” mentre arriva un treno in corsa, con alle spalle proprio il treno. Morire a tredici anni così. Sembra ed è incredibile. Eppure accade. Come accadono le...

Farsi un “selfie” mentre arriva un treno in corsa, con alle spalle proprio il treno. Morire a tredici anni così. Sembra ed è incredibile. Eppure accade.
Come accadono le storie di altri giovani che perdono la vita per divertirsi saltando tra un binario e l’altro, alcune settimane fa nelle cronache locali lombarde.
La sfida sembra alla base di questi comportamenti. Forse la noia.
Comunque sia, sono giovani vite stroncate da un società che non offre ai giovani immagini reali ma illusioni, false speranze e molta, molta noia. E la noia è un vuoto pneumatico che deve essere riempito.
Ma non al prezzo della vita stessa…

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Aiuti e aiuto

    Per un popolo che viene “aiutato” (lo metto tra virgolette sottolineando tutta la tragica ironia della doppia maledizione che si portano appresso questi tipi di sostegni interessati dell’imperialismo moderno),...
  • Contro e pro

    C’è ancora la Covid-19. C’è la guerra tra due imperialismi che si fronteggiano sulla pelle degli ucraini. La benzina è arrivata a 2.08 al litro. Gas ed elettricità vanno...
  • Dal Donbass alla Luna

    Nel 2026, al massimo nel 207, pare che un modulo italiano sia pronto a fare la sua discesa sulla Luna. Noi c’arriviamo sempre un po’ in ritardo agli appuntamenti...
  • Tradimenti

    La crisi economica e la guerra per Draghi non debbono essere delle scuse per tradire gli obiettivi sul grande sogno europeo sul contenimento delle emissioni di Co2. Ha ragione,...