Italicum

  • Lo strappo della Consulta

    Tanto tuonò che piovve. I rumors su un rinvio da parte della Corte costituzionale, e su contrasti nel merito, erano diventati insistenti. È ora ufficiale la notizia del rinvio dell’udienza del 4 ottobre, di cui non si conoscono al momento le motivazioni. È uno strappo non insignificante. Sarebbe fragile...
  • Per il NO al referendum: discutiamo dei poteri

    Riprendo da Felice Carlo Besostri, vera punta di diamante nello schieramento del “NO” alle deformazioni costituzionali e attore tra i principali nella fondamentale lotta sulla legge elettorale, alcune argomentazioni nel merito di un aspetto di cui si sta discutendo in questi giorni con grande intensità, in particolare dopo l’intervista...
  • Matteo Renzi, uno e due

    Tra queste due dichiarazioni di Matteo Renzi sono passati soltanto pochi mesi a dimostrazione della vacuità della riflessione che è stata fin qui sviluppata sulla legge elettorale, considerata uno “strumento flessibile” in mano alla convenienza immediata di una maggioranza. «Tra cinque anni la nostra legge elettorale sarà copiata da...
  • Andiamo al cinema a 2 euro e poi votiamo NO

    E’ possibile che abbia capito male e quindi posso anche sin d’ora fare atto di contrizione e chiedere scusa. Ma, qualora avessi invece compreso bene, modi e tempi e anche argomentazioni nel merito della questione sull’Italicum, vorrei estendere dei dubbi che mi sono sorti dopo gli ultimi comizi di...
  • Dove sbaglia l’ex presidente

    No, non siamo d’accordo con Giorgio Napolitano. Non possiamo esserlo noi oppositori alla deformazione del parlamento cui mira la legge Renzi-Boschi. A «quello che succede nel mondo e ha sulle spalle l’Italia», come dice l’ex presidente, si aggiunge e si deve aggiungere, la questione della democrazia in Italia. Questione...
  • La spasmodica voglia di modificare l’Italicum

    Sembra che ora i sostenitori della prima ora e i proponitori dell’Italicum stiano cambiando idea e strategia politica: la legge elettorale non va più bene così come era stata concepita. I sondaggi sfavorirebbero il Partito democratico in un confronto con il Movimento 5 Stelle. Qualche possibilità in più Renzi...
  • Italicum, nuovo fronte e rischio rinvio

    Dopo Messina e Torino, ecco Perugia. La seconda sezione civile del tribunale umbro ha accolto due rilievi di sospetta incostituzionalità dell’Italicum. Gli atti andranno adesso alla Corte costituzionale, dove il «processo» alla legge elettorale è già fissato per il 4 ottobre. I tempi sono stretti e l’ordinanza di Perugia...
  • Italicum e italici silenzi

    Trappolone italicum. Secondo i sondaggi della trasmissione “Agorà” di Rai Tre se si andasse al ballottaggio tra grillini e PD, quest’ultimo prenderebbe una sonora batosta e passerebbe al governo il movimento pentastellato. Stessa situazione in uno scontro tra Cinquestelle e centrodestra. Differente situazione, ma poco probabile (visti i numeri...
  • E ora prendere coscienza della forza del No

    Il Comitato per il No ha depositato ieri in Corte di Cassazione 316.748 firme di cittadine e cittadini che chiedono che il referendum costituzionale ci sia e che avvenga contro la legge Renzi-Boschi, quindi su un quesito unico. La decisione di presentarle non è consueta poiché si tratta di...
  • Spacchettamento

    Sta prendendo campo l’ipotesi dello “spacchettamento” dei quesiti e del rinvio del referendum confermativo delle deformazioni costituzionali. Si voterebbe su cinque quesiti riguardanti bicameralismo, elezione e composizione del Senato, elezione giudici Corte Costituzionale. Titolo V e rapporti stato – regioni, istituto referendario (numero firme occorrenti e quorum). In più...
  • Referendum costituzionale e Italicum: la madre di tutte le battaglie

    Poche persone sembrano averlo compreso, ma il referendum di ottobre è destinato ad essere  la scadenza elettorale più importante almeno degli ultimi cinquant’anni: non si decide chi governerà nei prossimi cinque anni il Paese o qualche città, scelte sempre importanti ma modificabili in un arco di tempo tutto sommato...
  • Spersonalizzazione

    “Esci dal talent”, ha detto Gianni Cuperlo a Matteo Renzi nel suo intervento alla direzione nazionale del Partito democratico. Ma se il presidente del Consiglio – segretario del partito dovesse uscire dal talent show, quindi ridimensionare le sue mansioni, quindi lasciare il PD ad altra figura di segretario, quindi...
  • 420.000 firme contro l’Italicum

    Le firme raccolte per i due referendum abrogativi di norme dell’Italicum sono giunte a 420.000 (418.239 per il premio di maggioranza e 422.555 per i capilista bloccati). Non bastano, ma sono comunque uno straordinario risultato della mobilitazione organizzata dal Comitato nazionale e dai comitati territoriali. Abbiamo proposto l’abrogazione del premio...
  • Legge elettorale, PD, M5S: miopie e opportunismi

    La fragilità del sistema politico italiano si sta dimostrando in tutta la sua gravità con la riapertura del dibattito intorno al nodo della legge elettorale. L’approvazione dell’Italikum e il collegamento tra la legge elettorale e le “deformazioni costituzionali” sembrava aver bloccato il confronto, trasferendolo di fatto sul terreno referendario....
  • Italicum addio: il premier ci pensa

    Addio all’Italicum, almeno nelle forme attuali, quelle con le quali è stato approvato dal Parlamento? Ci sono elementi per sospettare che possa andare così. La conferenza dei capigruppo di Montecitorio ha calendarizzato a sorpresa per settembre il dibattito sulla mozione di Sinistra italiana che chiede di anticipare la sentenza...
  • Perché e quando votare, perché e quando astenersi

    La retorica di questa “democrazia” – accettata acriticamente dal comune senso politico – dice che quello del voto è il momento in cui ognuno di noi può decidere e, perfino, scegliere chi deve rappresentare le nostre idee e i nostri interessi nelle istituzioni. Il risultato di queste libere elezioni...
  • Contrarietà sostanziale

    Io non sono contrario al referendum sulla riforma costituzionale per pregiudizio verso Renzi o il suo governo. Penso che sia una riforma che svilisce la democrazia repubblicana cancellando quel necessario bicameralismo perfetto che, fino a prova contraria, è stata una delle più importanti intuizioni di protezione dell’autonomia parlamentare rispetto...
  • I referendum sociali, una lotta che va ben spiegata

    L’impressione è che stiamo incrociando troppe lotte. Mi riferisco ai referendum che da aprile a fine anno andremo a promuovere, firmare e votare. Si spera. Tutte lotte sacrosante e giuste, ma tutte espresse purtroppo in forma di quesito referendario che è sempre più difficile far comprendere nella scelta ora...
  • Una legge elettorale a misura di mercati

    Al di là delle innegabili analogie con la Legge Acerbo e, peggiorativamente, con la Legge Truffa, l’ennesima legge maggioritaria è figlia della politica monoideologica del pensiero unico che ha sostituito lo scontro delle idee con quello delle consorterie le quali amministrano l’esistente per conto terzi. In questo senso, essa...
  • Pensieri profondamente anti democratici

    LEGGE ELETTORALE Come può dirsi “democratico” un partito che mette la soglia di sbarramento ovunque? 12% per le coalizioni, 4,5% per i partiti interni alle coalizioni, 8% per i partiti non coalizzati. La democrazia è semplice in fondo: una testa un voto. E il valore del voto non dovrebbe...
  • Le larghissime intese del dinamico trio

    La stravaganza sarebbe una qualità umana e anche della natura per rompere tante monotonie che derivano dai corsi e dai ricorsi storici, del tempo, della vita. Ora questa presunta qualità precipita nell’agone politico italiano sotto forma di proposta di legge elettorale: un pasticcio a dire poco, un imbroglio a...
#iorestoacasa

Dubbi sul Coronavirus? Ecco domande e risposte dal sito dedicato dal Ministero della Salute