Leonardo Caponi

  • La vittoria di Pirro del Partito democratico

    Non partecipo all’entusiasmo per la vittoria di Renzi e del Pd che, a costo di deludere la soddisfazione di quelli che l’hanno votato e che in buona fede ci credono, mi sembra una vittoria di Pirro. Per molti motivi. Intanto penso che sarà un ulteriore contributo a perpetuare quella...
  • Il valore della festa e la “crisi” delle ideologie

    Mi è capitato di parlare, il giorno del Primo Maggio, con due persone che lavoravano ed entrambe mi hanno risposto che gli dispiaceva ma, alla fine, potevano ritenersi fortunate, perché un lavoro ce l’avevano a differenza di altri. Si trattava di due figure sociali molto diverse: una farmacista ed...
  • Renzi, segretario da avanspettacolo

    Mi pare giusto tornare sul “Fassina chi?” di Renzi, perché la giustificazione è più grave della affermazione. “E’ una battuta” hanno detto lui e i suoi. Ma come una battuta!?: ci sono battute che il segretario di un partito non può fare! Perché è una figura pubblica, ha delle...
  • Sarà Renzi il nuovo Berlusconi

    Si. Ormai è sicuro. L’hanno deciso. Sarà Matteo Renzi il leader dell’Italia del futuro. Una poderosa macchina mediatico informativa è stata messa al suo servizio. Ogni sua mossa fa notizia, riempie paginate di giornali (specie i “grandi giornali”), apre i notiziari televisivi, inonda le cosidette “reti”. Il suo effetto...
  • Legge di stabilità: il gioco delle tre carte

    Avete presente il gioco delle tre carte? A quello mi fa pensare la legge di stabilità, ex finanziaria, approvata dal Consiglio dei Ministri: la carta che vince si vede in parti diverse, ma è sempre quella, una sola. Altro riferimento potrebbero esser le vacche di Mussolini (ricordate il film...
  • Le responsabilità storiche del PD

    Mi pare evidente come Berlusconi, dopo la sentenza della Cassazione, stia più che mai legando la propria salvezza personale alla attuazione di un progetto eversivo di stravolgimento delle norme e della cultura costituzionale e istituzionale del nostro Paese. I principali capisaldi di questo progetto, ripetuti ossessivamente a pappagallo dai...
  • Spezzo una lancia a favore di Fassina

    Stavolta sarei, nei confronti di Fassina, meno drastico di quanto lo siano stati altri compagni e commentatori. Non dico che abbia fatto bene a parlare in quel modo di “evasione di necessità” (anche se si trovava di fronte ad una platea “difficile”), dico solo che la sua affermazione pone...
  • Il PD fa schifo e la sinistra (pure)?

    I compagni e le compagne mi scuseranno se, per una volta, perdo le staffe e uso un linguaggio un po’ triviale. Io penso che il Pd fa schifo. Quello che è accaduto nella vicenda della elezione del Capo dello Stato è, semplicemente, incredibile e inconcepibile. Adesso scoprono che, in...
  • La storia rivista da un ex comunista

    La storia, della sinistra e dell’Italia, rivista da un da un ex comunista “pentito”, Giorgio Napolitano. In un importante discorso pubblico il Capo dello Stato è tornato a criticare il rifiuto, da parte del PCI nel dopoguerra, di condividere l’alleanza dell’Italia con l’America, scelta che, secondo la sua attuale...
  • Il vero perché dello scandalo MPS

    L’omologazione alla ideologia dominante alla base di questa brutta storia E’ un vero peccato che lo scandalo del Monte dei Paschi di Siena sia esploso in campagna elettorale. Perché all’attacco forsennato e scomposto della destra, il Pd risponde con tesi difensive, di presa di distanza o giustificative, che impediscono...
  • Le nuove bugie di Berlusconi

    Litiga con Monti, ma appartengono alla stessa famiglia liberista Tutti, tra i suoi avversari, dicono che non bisogna sottovalutare Berlusconi: eppure, non c’è stata nessuna risposta per così dire a tono e sufficientemente reattiva, alle argomentazioni che sembrano costituire il suo cavallo di battaglia in questa campagna elettorale. Per...
essere animali