Monossido omofobo

Del resto, se non siamo ancora uguali nella vita perché esserlo mai nella morte? Due ragazzi muoiono per le esalazioni del monossido di carbonio. Erano in vacanza in montagna....

Del resto, se non siamo ancora uguali nella vita perché esserlo mai nella morte?
Due ragazzi muoiono per le esalazioni del monossido di carbonio. Erano in vacanza in montagna. Fatale un braciere rimasto acceso. Due ragazzi, due giovani uomini. Non erano in quella stanza come amici: erano l’uno l’amore dell’altro.
Una tragedia nella tragedia quella della stampa italiana che tenta di occultare l’amore omosessuale svicolando nella genericità, parlando di due amici, di due conoscenti, di due. Due. Senza amore quindi, senza la dignità del viverlo come si deve: alla luce del sole, liberamente.
La paura di parlarne è una offesa a quei due ragazzi, a quelle due giovani vite uccise da una fatalità. La paura di parlarne è una tragedia, per l’appunto, che si aggiunge a quella che dovrebbe essere l’unica purtroppo vera tragedia.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...
  • Disperato, povero Afghanistan

    Vent’anni di guerra in Afghanistan, di missioni militari, di occupazioni e di depredazioni di risorse energetiche. Vent’anni (e più) di risiko asiatico, tra i confini dell’ex Urss, l’Iran islamico...