La paura fa la legge (elettorale)

Il Partito democratico ora si è, letteralmente, votato al nuovo proporzionale, quello con lo sbarramento al 5%; quello che impedirebbe a Salvini di avere una maggioranza certamente qualificata a...

Il Partito democratico ora si è, letteralmente, votato al nuovo proporzionale, quello con lo sbarramento al 5%; quello che impedirebbe a Salvini di avere una maggioranza certamente qualificata a dominare tanto le due Aule legislative quanto altre istituzioni della Repubblica; quello per cui storcono il naso LeU e Renzi: gli uni sicuri di non raggiungere la soglia e l’altro sicuro di poterla forse raggiungere e di diventare ago della bilancia al posto di LeU quanto meno al Senato.

Il Partito democratico torna alla proporzionale. Sarebbe stato un titolo che “Liberazione” ed anche “il manifesto” avrebbero potuto fare: l’una se come quotidiano fosse ancora in vita grazie al mantenimento del finanziamento pubblico per i giornali anche di partito e grazie magari a più numerosi lettori comunisti; l’altro se non fosse così ondeggiante nel mare del centrosinistra, tanto da sbattere ora contro LeU e ora contro le sardine.

Il Partito democratico, dunque, riabbraccia la proporizionale. O “il proporzionale“. Ecco qual’è il problema: ma la proporzionale è genitore 1 o genitore 2 della futura democrazia anti-salviniana?

(m.s.)

foto di Alessandro Capotondi da Flickr

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • 993 morti non bastano

    Quasi mille. Anzi più di mille, visto che i conteggi giornalieri sono approssimati per difetto, con il cumularsi delle degenze di lungo termine. Questa volta chi sui social ripete...
  • Nel pallone

    L’idolatria mi è completamente aliena. Non la sopporto, mi regala inopportunamente una istantanea dell’umanità facile preda dell’isterismo collettivo, della partecipazione ossessivo-compulsiva ad un lutto che per molti è stanco...
  • Non è un’opinione

    Quell’insieme di parole che pretenderebbero di essere un editoriale, su un giornale nazionale apertamente di destra, che vorrebbero attribuire la responsabilità di uno stupro alla vittima, a colei che...
  • Storia a storia

    Un libro su Mussolini lo vendi diffusamente se scrivi sul crinale della Storia, se interpreti i fatti e li pieghi al sentire moderno del sovranismo neonazionalista e neofascista. Dipende...