La paura fa la legge (elettorale)

Il Partito democratico ora si è, letteralmente, votato al nuovo proporzionale, quello con lo sbarramento al 5%; quello che impedirebbe a Salvini di avere una maggioranza certamente qualificata a...

Il Partito democratico ora si è, letteralmente, votato al nuovo proporzionale, quello con lo sbarramento al 5%; quello che impedirebbe a Salvini di avere una maggioranza certamente qualificata a dominare tanto le due Aule legislative quanto altre istituzioni della Repubblica; quello per cui storcono il naso LeU e Renzi: gli uni sicuri di non raggiungere la soglia e l’altro sicuro di poterla forse raggiungere e di diventare ago della bilancia al posto di LeU quanto meno al Senato.

Il Partito democratico torna alla proporzionale. Sarebbe stato un titolo che “Liberazione” ed anche “il manifesto” avrebbero potuto fare: l’una se come quotidiano fosse ancora in vita grazie al mantenimento del finanziamento pubblico per i giornali anche di partito e grazie magari a più numerosi lettori comunisti; l’altro se non fosse così ondeggiante nel mare del centrosinistra, tanto da sbattere ora contro LeU e ora contro le sardine.

Il Partito democratico, dunque, riabbraccia la proporizionale. O “il proporzionale“. Ecco qual’è il problema: ma la proporzionale è genitore 1 o genitore 2 della futura democrazia anti-salviniana?

(m.s.)

foto di Alessandro Capotondi da Flickr

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • …ed ora, ciao Franca…

    Appena poco più di una settimana fa, il 31 luglio, aveva festeggiato un secolo di vita. Una vita straordinaria: difficile al principio, piena di cambi di scena, come in...
  • Senza pensare

    “Non preoccupatevi, stiamo organizzando gli squadroni della morte e nel giro di due giorni riportiamo la normalità… Quattro taniche di benzina e si accende il forno crematorio, così non...
  • 100 volte Franca

    Un secolo. Franca Norsa, Valeri in onore di Paul Valery, è un pezzo di cultura di una Italia che ha dimenticato la cultura. È una rappresentazione della storia di...
  • L’incongiungibile

    Terracina. Piazza “Almirante – Berlinguer“. Più che una intitolazione, è un oltraggio. Per Berlinguer, si intende. Un Paese che può permettersi una pensata simile è un Paese privo di...