Cannoneggiamenti di ugole

Mi sembra che il miglior antidoto al degrado antisociale, antipolitico, anticulturale e anticivile che questo Paese sta vivendo sia smettere di guardare tutte le trasmissioni televisive dove non c’è...

Mi sembra che il miglior antidoto al degrado antisociale, antipolitico, anticulturale e anticivile che questo Paese sta vivendo sia smettere di guardare tutte le trasmissioni televisive dove non c’è dialettica ma solo scontro premeditato e organizzato. E non solo per gli ascolti pubblicitari.
C’è di mezzo una pianificata disinformazione che ci deturpa le menti e ci abbruttisce, almeno noi che sappiamo essere critici, tenacemente tali contro un sistema economico che volentieri utilizza i peggiori e più bassi istinti delle classi disagiate per gestire le proprie crisi di accumulazione del profitto e di stabilità degli interessi.
Per questo, meglio comperare un quotidiano o leggerlo su Internet e poi formarsi la propria opinione in base a ciò che vediamo ogni giorno intorno a noi. Non a ciò che i “talk show” voglio farci credere e farci dire.
Non facciamoci mortificare da questa barbarie disinformativa.
Pensiamo, rimanendo informati, ma senza voci che danno su altre voci, urla, cannoneggiamenti di ugole che non sono nemmeno d’oro.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Prodi, Epifani e Di Maio, spingitori di cavalieri

    “Neppure per me esiste un tabù su Forza Italia. Penso che sia più utile e interessante discutere sulla ‘praticabilità’ di un suo eventuale ingresso in maggioranza, studiarlo, tenendo conto...
  • Chi s’ha da infuriare

    Se Salvini rivendica una specie di eredità berligueriana per sé e per la Lega, non deve infuriarsi il PD. Ci dobbiamo infuriare noi comuniste e comunisti. Noi che gli...
  • Buchi di governo

    Dal “Decreto semplificazioni“, primo punto dopo i nodi ferroviari: «nuova linea Torino-Lione: tunnel di base ed adeguamento linea storica». La TAV al primissimo posto nell’elenco delle infrastrutture cui mettere...
  • Il velo di Silvia

    E’ una questione di libertà. Una libertà che si vede, un’altra che si fa fatica a vedere. Silvia Romano ha dichiarato che per lei “il velo è un simbolo...