Sul confine

Rassicuratevi, cari sovranisti di casa nostra, i soldati italiani in Niger saranno lì non per fermare le orde di migranti che minacciano la vostra Patria e la vostra identità....
Il fiume Niger

Rassicuratevi, cari sovranisti di casa nostra, i soldati italiani in Niger saranno lì non per fermare le orde di migranti che minacciano la vostra Patria e la vostra identità. Il contingente italiano sarà al servizio di un grande alleato occidentale: la Francia.
Non si tratta di combattere il presunto terrorismo che si compone e si scompone come i mattoncini della Lego. Si tratta di proteggere qualcosa di molto più importante della pace, delle sacre frontiere italiche, del vostro patrimonio culturale occidentale.
Si tratta di fare da guardia alle risorse dei cugini francesi nel Sahel e di aiutarli a proteggere le loro miniere di uranio.
Ne parla molto accuratamente oggi su “Il Fatto quotidiano” Guido Rampoldi. Fatevi questa lettura. E’ estremamente utile per comprendere certi silenzi e certe mezze verità.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Strade separate

    Dalla fine degli anni ’70 del secolo scorso, il liberismo nasce, cresce e si espande sulla base dell’assunto per cui sempre meno deve essere lo spazio dato allo Stato...
  • Una vergogna nazionale

    La Resistenza è stata un’enormità, una lotta di popolo, un capovolgimento storico, persino rivoluzionario e non potrà mai essere vilipesa da un accomodamento utilitaristico di qualche centinaia di migliaia...
  • Dall’alto in basso

    Sostiene il Papa che le giovani coppie italiane sono più propense a vivere con cani e gatti piuttosto che a fare figli. Sostiene la diocesi di Albenga della Chiesa...
  • Serena rassegnazione

    Un terzo delle persone che mi passano accanto per la strada sono senza mascherina. Bofonchio tra me e me, mentre cammino: «Cosa c’è di così difficile da capire nel...