Sul confine

Rassicuratevi, cari sovranisti di casa nostra, i soldati italiani in Niger saranno lì non per fermare le orde di migranti che minacciano la vostra Patria e la vostra identità....
Il fiume Niger

Rassicuratevi, cari sovranisti di casa nostra, i soldati italiani in Niger saranno lì non per fermare le orde di migranti che minacciano la vostra Patria e la vostra identità. Il contingente italiano sarà al servizio di un grande alleato occidentale: la Francia.
Non si tratta di combattere il presunto terrorismo che si compone e si scompone come i mattoncini della Lego. Si tratta di proteggere qualcosa di molto più importante della pace, delle sacre frontiere italiche, del vostro patrimonio culturale occidentale.
Si tratta di fare da guardia alle risorse dei cugini francesi nel Sahel e di aiutarli a proteggere le loro miniere di uranio.
Ne parla molto accuratamente oggi su “Il Fatto quotidiano” Guido Rampoldi. Fatevi questa lettura. E’ estremamente utile per comprendere certi silenzi e certe mezze verità.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Italia – Mondo

    Mario Draghi urbi et orbi: «Siamo pronti ad accogliere il mondo in Italia». Ci vuole poco a superare la sinistra in buonismo ed accoglienza. E ora chi glielo spiega...
  • Per la memoria divisiva

    Il 28 aprile 1945 Mussolini veniva fucilato in nome del popolo italiano, per aver instaurato una dittatura feroce e sanguinaria per oltre vent’anni; per aver legalizzato il razzismo nel...
  • La vittima (quale?)

    Uno stupro è prima di tutto una violenza, un vilipendio fisico e morale di una persona. Chiunque essa sia. È una condanna prima per la vittima che per lo...
  • Ma intanto sono muti…

    Dunque pare deciso: le acque radioattive usate per raffreddare la centrale nipponica di Fukushima saranno riversate nell’Oceano Pacifico. Secondo il governo di Tokyo è la migliore soluzione possibile: i...