Scegliere di morire non è scegliere una purga!

Sentire equiparare il diritto di disporre della propria vita, della propria sofferenza e, quindi, anche della propria morte al diritto di ordinare una purga per liberare l’intestino, da parte...

Sentire equiparare il diritto di disporre della propria vita, della propria sofferenza e, quindi, anche della propria morte al diritto di ordinare una purga per liberare l’intestino, da parte di un alto prelato vaticano, è il vero insulto alla sacralità della vita. Non l’eutanasia praticata ad un diciassettenne in Belgio allo stadio terminale…
Quale senso cristiano della vita c’è nelle parole di un credente, di un monsignore, di un prelato che sovraintende le faccende biologico-scientifiche per conto della Chiesa cattolica, quando si abbassano ad una guerra così spietata contro un’etica che sfugge loro, che rimprovera loro il suprematismo morale in tema di vita e di autogestione della medesima?
Non c’è alcun senso cristiano, nessuna pietà e nemmeno nessun senso del sacro rispetto a ciò che si è e si tenta di continuare faticosamente ad essere ogni giorno.
La vita è sacra e scegliere di morire non è certo scegliere di prendere una purga, caro monsignore!

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • Nel pallone

    L’idolatria mi è completamente aliena. Non la sopporto, mi regala inopportunamente una istantanea dell’umanità facile preda dell’isterismo collettivo, della partecipazione ossessivo-compulsiva ad un lutto che per molti è stanco...
  • Non è un’opinione

    Quell’insieme di parole che pretenderebbero di essere un editoriale, su un giornale nazionale apertamente di destra, che vorrebbero attribuire la responsabilità di uno stupro alla vittima, a colei che...
  • Storia a storia

    Un libro su Mussolini lo vendi diffusamente se scrivi sul crinale della Storia, se interpreti i fatti e li pieghi al sentire moderno del sovranismo neonazionalista e neofascista. Dipende...
  • Mascherina in fumo

    Plaudo ai sindaci che vietano il fumo per strada in questa fase pandemica. Più si abbassano le mascherine e più il virus potenzialmente circola. Almeno i tabagisti fossero mossi...