Rifondazione e un accordo con l’MDP?

Nessun accordo politico è possibile con le forze che hanno sostenuto anche criticamente il liberismo dentro contenitori prima socialdemocratici e poi di centrosinistra. Quella stagione per noi comunisti è...

Nessun accordo politico è possibile con le forze che hanno sostenuto anche criticamente il liberismo dentro contenitori prima socialdemocratici e poi di centrosinistra.
Quella stagione per noi comunisti è finita. Deve essere finita.
Non esiste, dunque, per me nemmeno il dilemma se fare o non fare accordi con Articolo 1 – Mdp.
Il progetto di una nuova aggregazione a sinistra deve essere di alternativa al liberismo, quindi antiliberista. Quanto meno.
Aver marciato sulla via delle privatizzazioni per decenni, usando anche noi come “utili idioti” che pensavano di fare invece il bene del Paese provando a contenere questi eccessi antisociali; aver votato per finanziamenti di guerre a “scopo umanitario”; aver votato buone scuole; aver votato il Jobs act; aver condiviso fino a pochi mesi fa tutto ciò con chi oggi governa e con chi vuole tornare al governo del Paese nonostante sacre promesse di ritiro dalla vita politica, non emenda, non diminuisce le colpe.
La sinistra di alternativa si riconosce solo se è altro da tutto questo. Anche da tutto questo oltre che alle tre destre che già esistono nel Paese.
Pensare di fare accordi con Articolo 1 – Mdp, qualora qualcuno si ponesse il dilemma, è per me un nonsense, una cantilena umoristica più che politica. Irreale, irricevibile. Impensabile.
Dunque non pensiamolo.
Procediamo sulla strada tracciata dal congresso: sinistra di alternativa antiliberista, consolidamento di Rifondazione Comunista.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Confessioni di italiani

    I fintamente democratici sovranisti, neofascisti della modernità attuale, non ce la fanno proprio a dire che sono “antifascisti“. E perché mai dovrebbero, visto che sono fascisti. Il paradosso nasce...
  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...