Corea e Usa, il triste gioco delle minacce

«L’America pianifica un attacco con armi chimiche, siamo pronti a cancellarli dalla faccia della Terra.». Parola del regime monarchico di Pyongyang. E ora invertiamo i fattori: «La Corea del Nord...

«L’America pianifica un attacco con armi chimiche, siamo pronti a cancellarli dalla faccia della Terra.». Parola del regime monarchico di Pyongyang.
E ora invertiamo i fattori: «La Corea del Nord pianifica un attacco con armi chimiche, siamo pronti a cancellarli dalla faccia della Terra.». La stessa dichiarazione si adatta benissimo ai movimenti di guerra che provengono dagli Usa.
La frase seguente potrebbe essere: «Corea del Nord e Stati Uniti d’America si affrontano con armi atomiche.».
Mi dite che beneficio ne avrebbero i popoli coreano, americano e gli altri popoli del mondo?
Trionferà il socialismo se vince la Corea del Nord? Trionferà la democrazia se vinceranno gli Stati Uniti d’America?
Non trionferanno che i dati di sterminio di una nuova guerra.
Le dichiarazioni di Pyongyang, certamente, stimolano le provocazioni da parte avversa e il gioco perverso continua, mentre c’è ancora chi sostiene che vi siano aggressori e aggrediti. A me sembra di vedere solo un braccio di ferro tra due nazioni che si contendono il primato, nell’area orientale, sul fronte atomico, sulla muscolarità e la rispettabilità da avere dagli altri paesi… Ben triste spettacolo…

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Contro e pro

    C’è ancora la Covid-19. C’è la guerra tra due imperialismi che si fronteggiano sulla pelle degli ucraini. La benzina è arrivata a 2.08 al litro. Gas ed elettricità vanno...
  • Dal Donbass alla Luna

    Nel 2026, al massimo nel 207, pare che un modulo italiano sia pronto a fare la sua discesa sulla Luna. Noi c’arriviamo sempre un po’ in ritardo agli appuntamenti...
  • Tradimenti

    La crisi economica e la guerra per Draghi non debbono essere delle scuse per tradire gli obiettivi sul grande sogno europeo sul contenimento delle emissioni di Co2. Ha ragione,...
  • Schwa

    Anche la lingua italiana merita rispetto. Lo (o la) “schwa” è un non senso grammaticale, è un vezzo modernista che non risolve il problema del presunto maschilismo fonetico, grafico...