Il miele di Francesco

E’ soltanto una simpatia laica, anzi forse più una empatia comune nei confronti di una antipatia forse non comune ma resa tale dalle circostanze: quella nei confronti della Curia...
Papa Francesco in visita negli Stati Uniti d'America

E’ soltanto una simpatia laica, anzi forse più una empatia comune nei confronti di una antipatia forse non comune ma resa tale dalle circostanze: quella nei confronti della Curia romana.

Il papa che ribadisce il rispetto delle regole contro la pandemia a ventiquattro ore dalla presa di posizione del cardinale Bagnasco e della CEI sul mancato rispetto della libertà di culto da parte della Repubblica italiana per la stop alla riapertura delle chiese, mi fa benevolmente sorridere.

E’ un duello ormai che dura da anni quello tra Francesco e una parte della Chiesa che vorrebbe nuovamente il primato temporale su quello secolare, una morale cattolica dominante sulle altre.

Il papa, da buon gesuita, sa che ci si può arrivare con metodi meno aspri, con prese di posizione meno dure, senza scontri, ma mostrando accondiscendenza e prudenza nelle dichiarazioni.

Del resto, si prendono più mosche col miele…

(m.s.)

Foto di Mikdev da Pixabay 

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Confessioni di italiani

    I fintamente democratici sovranisti, neofascisti della modernità attuale, non ce la fanno proprio a dire che sono “antifascisti“. E perché mai dovrebbero, visto che sono fascisti. Il paradosso nasce...
  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...