Gli “impuniti”

Peggio di noi solo Brasile ed Israele. Così ne esce la scuola italiana in un rapporto in merito al rispetto degli insegnanti da parte degli studenti. Un tempo a...

Peggio di noi solo Brasile ed Israele. Così ne esce la scuola italiana in un rapporto in merito al rispetto degli insegnanti da parte degli studenti. Un tempo a Roma li chiamavano “impuniti”, nel gergo popolar-dialettale.
Ed ora domandiamoci pure dove abbiamo sbagliato noi che studenti lo siamo stati e che forse un po’ più rispettosi lo eravamo.
Forse si percepiva ancora un senso comune, una sorta di coinvolgimento singolo in un tutto in cui facevi la tua parte, trasgredivi anche qualche regola, ma poi formalmente dovevi il rispetto alla persona se non proprio all’istituzione che magari un giorno avresti anche giudicato “borghese”.
Non è ribellismo, non è coscienza critica che emerge: è maleducazione, quindi cattiva educazione al rispetto dell’altro da noi. Qualcosa di molto evangelico, dunque sociale, dunque socialista.
E, si sa dai tempi di Rosa Luxemburg: “Socialismo o barbarie”. Secondo voi dove stiamo?

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Applausi?

    Albert Speer dissentì da Hitler negli ultimi mesi del Terzo Reich, ma questo non lo fece essere meno nazista di quanto non lo fosse stato… (m.s.) foto tratta da...
  • E’ banale ma va detto

    Non bisogna esultare troppo. Il “capitano” ha molte risorse e molte capacità di “rivoltare la frittata” evocata da Luigi Di Maio. Dipende chi prende in mano per primo il...
  • Tempi non diversi

    150 migranti dispersi, probabilmente tutti morti nelle acque del Mediterraneo. Italiani scrivono sui social: “Potevano stare a casa loro. Buon appetito ai pesci“. Un po’ come scrivere “Il lavoro...
  • TAVolta

    TAVolta capita di sbagliarsi. TAVolta capita di battersi per una vita per una causa, poi andare al governo e scoprire che quel potere che si voleva si ritorce contro...