75 anni fa, il raccolto della Resistenza

75 anni fa i fascisti fucilavano i fratelli Cervi. La Resistenza si nutriva di un primo grande sacrificio che è diventato emblema del riscatto del popolo italiano contro l’ottenebramento...
I sette fratelli Cervi con le mogli e al centro il padre Alcide e la madre Genoveffa

75 anni fa i fascisti fucilavano i fratelli Cervi.

La Resistenza si nutriva di un primo grande sacrificio che è diventato emblema del riscatto del popolo italiano contro l’ottenebramento delle menti, l’immiserimento delle vite, lo sfruttamento tanto delle coscienze quanto delle forze materiali.

La Resistenza diventava l’antitesi della guerra: una dura necessità per contrastare la dittatura, per mettere fine al fascismo di Benito Mussolini e all’occupazione tedesca.

La libertà mancava come può mancare l’aria in un ambiente angusto, buio, nero.

Ed oggi, a 75 anni di distanza, quando generazioni di italiani avrebbero dovuto apprendere cosa vuol dire rimanere privi della libertà, troviamo al governo forze politiche che agiscono proprio ridimensionando ogni giorno i diritti costituzionali, eredità morale, civile, politica e sociale della Resistenza antifascista, del sacrificio dei figli di Alcide.

Mi verrebbe da dire: “Fermatevi a pensare”. Ma invece occorre non fermarsi e allo stesso tempo continuare, o riprendere, a pensare.

E se non conoscete la storia dei sette fratelli, cominciate da questa pagina di Wikipedia e poi approfondite magari ascoltando la canzone dei “Mercanti di Liquore” (con Marco Paolini) o il ricordo di Maria Cervi.

(m.s.)

foto tratta da Wikimedia Commons

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.









altri articoli

  • Il limite

    Ci dovrebbe essere un limite entro cui fermarsi, evitare di proferire parole che diventano solo accanimento, violenza, aggressività e cattiveria in generale. Ci dovrebbe essere ma non c’è. Una...
  • 117

    Nemmeno davanti a 117 dispersi, forse morti annegati in mare, il crudelismo tace, ma afferma che la causa sono i porti aperti, non certo la mancanza di navi nel...
  • Viva la “Melevisione”!

    La “Melevisione” compie 20 anni e le facciamo gli auguri anche noi. E’ stato e rimane un programma che disintossicava anche noi “adulti” (le virgolette servono a far intendere...
  • Grazie, cavaliere…

    Silvio Berlusconi si ricandida alle elezioni. Quelle europee questa volta. Lo fa “per senso di responsabilità”. Grazie di esistere… verrebbe da dire. Ma Berlusconi dà un motivo in più...