Troppa sinistra fasulla

Ora la sinistra moderata, socialdemocratica, che si prepara a scindersi dal PD si “accorge” che esistono ancora i lavoratori, gli operai. Cita Berlinguer e cerca di riappropriarsi di ciò...

Ora la sinistra moderata, socialdemocratica, che si prepara a scindersi dal PD si “accorge” che esistono ancora i lavoratori, gli operai. Cita Berlinguer e cerca di riappropriarsi di ciò che aveva scelto di abbandonare quando ha dato vita con i cattolici moderati al PD: socialismo e democrazia.
Non si può più credere che queste forze possano rappresentare il lavoro, i precari, i disoccupati…
Eppure la voce rotta di un giovane operaio del 1981 mi interroga: lui parla del PD come se fosse ancora il Partito Comunista Italiano vero, quello sciolto nel 1991.
Questo ragazzo aveva appena dieci anni allora. Ora chiede alla sinistra un riscatto, in nome dei diritti del lavoro. E ha ragione. Ma nella socialdemocrazia di un PDSdinuovagenerazione non troverà le risposte che cerca. Troverà solo l’ennesima ricerca della pace sociale, dell’impossibile unione tra difesa dei privilegi padronali e necessità, bisogni dei moderni proletari.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



un voto di sinistra



ecosocialismo

altri articoli

  • Priorità

    La Germania corre ai ripari per il gas, l’Italia si dibatte sulla sopravvivenza o meno del governo Draghi. Ognuno, è drammaticamente vero, ha le sue priorità… (m.s.) 12 luglio...
  • Aiuti e aiuto

    Per un popolo che viene “aiutato” (lo metto tra virgolette sottolineando tutta la tragica ironia della doppia maledizione che si portano appresso questi tipi di sostegni interessati dell’imperialismo moderno),...
  • Contro e pro

    C’è ancora la Covid-19. C’è la guerra tra due imperialismi che si fronteggiano sulla pelle degli ucraini. La benzina è arrivata a 2.08 al litro. Gas ed elettricità vanno...
  • Dal Donbass alla Luna

    Nel 2026, al massimo nel 207, pare che un modulo italiano sia pronto a fare la sua discesa sulla Luna. Noi c’arriviamo sempre un po’ in ritardo agli appuntamenti...