La sfida di Lidia

“Perché non ci impegniamo, oltre a ricordare il 4 dicembre e il successo ottenuto dal NO, insperato in quelle dimensioni, a cercar di ripetere un altro risultato insperato?  A...
Lidia Menapace

Perché non ci impegniamo, oltre a ricordare il 4 dicembre e il successo ottenuto dal NO, insperato in quelle dimensioni, a cercar di ripetere un altro risultato insperato? 
A me viene in mente in proposito “Potere al popolo”: che ne dite?
Non ho mai detto che il 4 dicembre è stato una rivoluzione, però certo un successo del NO, inatteso in quelle dimensioni. 
Mi impegno per cercare che lo stesso capiti a marzo e guardandomi in giro vedo che “Potere al popolo” è la lista che meglio interpreta ciò che spero. 
Che la “capa” sia una donna, capace di fare dell’ironia su ciò, mi piace molto e non è certo un caso. 
Ciao vota bene, mi raccomando.“.

LIDIA MENAPACE


Io in Lidia Menapce rivedo la forza eguale che aveva Bianca Bracci Torsi. Rivedo Bianca e rivedo tanta passione comunista, libertaria e resistente.
Quindi, anche con Lidia, andiamo avanti per Potere al Popolo!

(m.s.)

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...
  • Disperato, povero Afghanistan

    Vent’anni di guerra in Afghanistan, di missioni militari, di occupazioni e di depredazioni di risorse energetiche. Vent’anni (e più) di risiko asiatico, tra i confini dell’ex Urss, l’Iran islamico...