Città in Comune, tre giorni di “piazze ribelli” con la Sinistra

Verso le elezioni. Da oggi a domenica una serie di iniziative in una decina di città che andranno al voto comunale, fra cui Firenze, Livorno, Perugia, Cremona, Bergamo, Rapallo, Sanremo e Reggio Emilia. Protagoniste le liste di cittadinanza, in discussione il patologico rapporto fra le politiche europee di austerità, invariabilmente recepite dai governi nazionali con in prima fila quello italiano, e gli enti locali

Anche la Rete delle città in Comune si mobilità, da oggi e fino a domenica, in vista delle elezioni amministrative e di quelle continentali del 26 maggio. Lo fa con una serie di iniziative in contemporanea, con il denominatore comune “Le piazze ribelli”, in una decina di città che andranno al voto comunale, fra cui Firenze, Livorno, Perugia, Cremona, Bergamo, Rapallo, Sanremo e Reggio Emilia.

I temi affrontati sono quelli dell’annoso, patologico rapporto fra le politiche europee di austerità, invariabilmente recepite dai governi nazionali con in prima fila quello italiano, e gli enti locali. Di qui una serie di proposte per “ribaltare il tavolo” e avviare una alternativa, ad esempio di fronte a quella autentica trappola che è la finanziarizzazione dei Comuni, con quel che ne consegue in termini di spese extra.

Fra gli obiettivi della Rete delle città in Comune anche la creazione di nuovo, buon lavoro attraverso strumenti poco utilizzati; poi combattere le politiche securitarie del Viminale di Salvini contro i migranti e i presunti “diversi”; e ancora adottare una progressività fiscale locale, e scegliere uno sviluppo sociale e urbanistico che serva all’intera collettività e non solo a pochi. Le iniziative guarderanno inoltre alla difesa dei beni comuni e la riqualificazione del patrimonio pubblico, per un vero diritto all’abitare e contro la privatizzazione dei servizi.

Va da sé che la Rete della città in Comune (www.lecittaincomune.it) appoggia la campagna europea de “La Sinistra”, perché “un’altra Europa riparte dalle città”. Le liste locali che organizzano questa tre giorni sono “Firenze Città Aperta”, a Sanremo la lista “Città Bene Comune”, e ancora “Rapallo Bene Comune”, “Cremona Cambia Musica”, “Bergamo in Comune”, “Reggio Emilia in Comune”, e a Livorno la lista “Città Diversa, La Sinistra”.

RICCARDO CHIARI

da il manifesto.it

categorie
la sinistra





passa a…



altri articoli