No referendum

  • Il nodo resta la centralità e il ruolo del Parlamento

    Alle riflessioni di Gaetano Azzariti (il manifesto 11 agosto) può essere utile aggiungere che sul prossimo referendum sono emerse posizioni diverse anche tra i più attivi protagonisti delle battaglie contro le revisioni di Berlusconi e di Renzi. L’opinione pubblica è disattenta, non solo per le urgenti preoccupazioni sanitarie ed...
  • #IoVotoNO / 1

    La più facile delle argomentazioni è: abbiamo troppi parlamentari! Quasi mille! Nelle altre nazioni non è così. Indubbiamente non è così, visto che sono altre nazioni. Ma, battute a parte, se si osserva il rapporto tra eletti e popolazione, si vedrà che l’Italia non primeggia certo, che la proporzione...
  • I nemici del parlamento pescano il bonus

    I bonus li ha voluti il governo: sussidi per tutti senza limiti di reddito. Nei decreti Cura Italia e Rilancio tra aprile e luglio li ha blindati in parlamento con quattro voti di fiducia: nessuna correzione possibile. Nel frattempo sono arrivate le prime statistiche: anche categorie con redditi alti...
  • Deputati insaziabili, quindi Parlamento tagliabile?

    Casca come il “cacio sui maccheroni” questo scandalo estivo dei 600 euro di bonus per le partite IVA chiesti da alcuni parlamentari. Sembra fatto apposta per spingere i cittadini-elettori a ingrossare le fila del fronte favorevole al taglio dei deputati e dei senatori con il referendum del 20 e...
  • Il “caso Liguria”: contro le destre ma non con i giallo-rosa

    L’ufficialità è arrivata dopo mesi e mesi di trattative, di schermaglie e scaramucce che oggi vengono minimizzate dal tentativo azzardato di valorizzarle, facendole passare come percorso di confronto inedito tra partiti un tempo acerrimi avversari (ed in effetti in parte è anche così), sorvolando sul fatto che senza la...
  • Election day, così si limita la libertà di voto sul referendum

    La decisione del governo di un election day, il 20-21 settembre, che accorpa il referendum sul taglio ai parlamentari con altre elezioni politiche e amministrative, è una scelta senza precedenti che rappresenta un’offesa alla Costituzione. Si tratta di elezioni su temi diversi e che danno atto a differenti effetti....
  • L’estate dei call center, delle autostrade e del ritorno al “voto utile”

    No, non è stata per niente una buona giornata quella di ieri e pure quella odierna non si preannuncia molto differente. Depressioni, ansie, colpi di calore o di qualunque cosa soffriate, qui si parla di lavoratori e lavoratrici dei call center di Taranto pagati 4 euro all’ora nel sottoscala...
  • Maggioranza a galla, soffocato il referendum

    Nel remake del voto in Senato 162 senatori presenti hanno garantito il numero legale, e 158 voti favorevoli hanno chiuso l’incidente di percorso sulla mancanza del numero legale che aveva portato all’annullamento del voto di giovedì. La presidente Alberti Casellati ha attribuito la vicenda a «un errore nel tabulato...
  • Rifondazione: no all’election day, sosterremo il ricorso di Besostri

    Il referendum sulla modifica della Costituzione si terrà a fine settembre senza il tempo per una campagna specifica che consenta ai cittadini una riflessione attenta. Inoltre lo scontro tra partiti sulle elezioni regionali e amministrative dominerà il dibattito pubblico che invece durante la campagna dovrebbe essere dedicato all’illustrazione delle...
  • Il “campionato elettorale” truccato del 20 settembre

    Quando si vuole rimestare nel caos, il modo per generare altro caos lo si trova sempre: è un po’ questa la sintesi del voto della maggioranza di governo sulla “giornata elettorale” (altrimenti conosciuta come “election day“) che unirà l’espressione della popolazione sul referendum concernente il taglio dei parlamentari e...
  • Per una legge elettorale fortemente proporzionale

    Alle elettrici ed agli elettori che ci hanno sostenuto durante la campagna elettorale referendaria che si è conclusa con la vittoria del No il 4 dicembre 2016 Ai Comitati, ai cittadini che si sono mobilitati ed a quanti hanno sottoscritto per sostenere la campagna referendaria promossa dal Comitato per...
  • Se il PD implode, è un bene

    Guardate come la vittoria del 4/5 dicembre scorso si mostra sempre più imponente è importante: abbiamo salvato la Costrituzione, abbiamo cacciato Renzi da Palazzo Chigi pur non potendo impedire la proposta di sostituzione con un governo-fotocopia e ora i primi segnali di implosione del PD con il “ConSenso” di...
  • I capolavori del PD

    Grande Paese il nostro. Avevamo un governo che dava per scontato che un ramo del Parlamento non dovesse più essere eletto direttamente dai cittadini (o forse sì… a seconda delle dichiarazioni elettorali di Renzi) e ora abbiamo fortunatamente due Camere ancora, ma due leggi elettorali proprio in virtù del...
  • Evviva!

    Dico “Evviva!” fin dal mio arrivo al portone di casa a Bolzano, traballante di stanchezza e quasi portata a spalla dal resto del Comitato bolzanino, reduce dall’assemblea generale (meglio che “nazionale”) del 21 e seguito del 22 a Roma. Il 20 a Torino avevo tenuto una assemblea nella prestigiosa sede...
  • Dove son loro, non siamo noi

    Fausto Bertinotti, ieri, su La 7 ha fatto una disamina completa e accurata in poche battute della situazione politica che viviamo. La prima domanda (non retorica, ma parzialmente tale visto che nessuno di noi è ingenuamente sprovveduto e allocco) è: davvero sorprende il distacco che c’è tra la rappresentazione...
  • L’Uomo Forte

    I dati nella rilevazione degli umori che percorrono l’opinione pubblica appaiono assolutamente inquietanti soprattutto per la loro contraddittorietà. Il 4 Dicembre scorso l’elettorato ha sancito, attraverso un’espressione di voto molto forte (circa 19 milioni di voti si sono raccolti su questo tipo di opzione) il rifiuto di una riforma...
  • Dal NO alla base della vera sovranità popolare

    Roma, 21 gennaio 2017. Una straordinaria partecipazione di attivisti, cittadini e comitati giunti da tutta Italia per l’assemblea nazionale dei Comitati per il No. 1 La Costituzione è risorta! Il risultato straordinario del referendum del 4 dicembre segna una svolta nella storia del nostro Paese. Con questo referendum il popolo italiano...
  • Lungo la strada del 4 dicembre

    È certo che il voto del 4 dicembre comprenda opposizioni ulteriori a quelle della legge Renzi-Boschi. Opposizioni che vanno dalla scellerata negazione del diritto del lavoro denominata Jobs Act all’esemplare modello di legge incostituzionale sulla Pubblica amministrazione. Dalla sguaiata contraddizione tra titolo e contenuto della legge della «buona scuola» alla...
  • Ripartire dal referendum di dicembre per attuare la Costituzione

    Ho l’impressione che, forse complici le feste di fine anno, non abbia avuto la risonanza che merita la sentenza della Corte di Cassazione (n. 25201 del 7.12.2016) che legittima il licenziamento per ragioni di profitto imprenditoriale. Non sono un esperto della materia, ma mi sembra che sia una sentenza...
  • A terra

    Una buona analisi della grande sconfitta che ha subìto anche lui. La ammette molto serenamente Giorgio Napolitano in una intervista rilasciata a “Il Messaggero”. La ammette e afferma che si dedicherà d’ora in avanti agli studi. Speriamo non dia altre lezioni ai governi e al Paese. (m.s.) foto tratta...
  • Il Mattarellum e la sindrome da ballottaggio

    Dopo aver proclamato che l’Italikum rappresentava la più bella legge elettorale mai scritta e che tutta l’Europa l’avrebbe imitata il PD renziano “a vocazione maggioritaria” ha ripiegato sul vecchio “Mattarellum”, il sistema misto proporzionale (25%) – maggioritario (75% di collegi uninominali “plurality”) con il quale si era votato per...
  • Dal NO a una legge elettorale costituzionale

    I Comitati direttivi dei Comitati per il No nel referendum costituzionale e contro l’Italicum riuniti congiuntamente il 14 dicembre a Roma hanno espresso un forte ringraziamento alle elettrici e agli elettori che con la loro partecipazione straordinaria, al di sopra di ogni previsione, hanno consentito una vittoria del No,...
  • Il 40% non è tutto del PD, ma non è poi così distante

    Nell’immediato post – referendum si sono scatenate molte polemiche rispetto all’affermazione compiuta da qualche componente del “Giglio Magico” renziano circa il ripartire – da parte del PD – dal 40% ottenuto dal SI il 4 Dicembre. Un 4% corrispondente a 13.431.109 voti validi. Allo scopo di confutare questa affermazione,...
  • Renzi dopo il diluvio

    Per evitare il diluvio bastava che Renzi disinnescasse i più macroscopici attacchi all’elementare buon senso democratico: aprire a una modifica della legge elettorale secondo le indicazioni della Corte Costituzionale. Non lo ha fatto per dimostrare che non c’era alternativa a lui stesso. Che questa linea e metodo siano oggi...
  • Il giglio magico non sfiorisce

    Nel rimpasto del governo Renzi cambia assai poco oltre al presidente del Consiglio, che adesso è Paolo Gentiloni. I due custodi del «Giglio magico», Luca Lotti e Maria Elena Boschi, resistono nella tempesta. Lui ottiene una piccola promozione, più di forma che di sostanza, passando da sottosegretario alla presidenza...
  • Mutande

    Renzi – Gentiloni: quando la “soluzione di continuità” trova finalmente il senso di esistere. Altrimenti a che servirebbero le eccezioni? Ma non le eccezionalità! Questo governo che nasce oggi è tutto tranne che eccezionale: è conservatore persino nella sua stessa composizione. Chi ben comincia nella conservazione, ben riuscirà in...
  • Ricominciamo dal No(i): affollata assemblea a Roma. Il documento conclusivo

    Come promotori e partecipanti agli incontri di “politica in comune”, in occasione dell’assemblea nazionale dell’11 dicembre a Roma, riaffermiamo la necessità di far dialogare e unire tutte le forze che a sinistra hanno contribuito alla straordinaria vittoria del No alla revisione costituzionale proposta dal governo Renzi. Questa vittoria deve...
  • Il voto ha indicato una rotta, attrezziamoci a una lunga marcia

    Abbiamo evitato il peggio. E ora? Nessuno si illuda, la strada è ancora in salita. Se non vogliamo cadere non possiamo star fermi, dobbiamo continuare ad arrampicarci. Soprattutto evitiamo d’inciampare. Non lasciamo che una nobile e non scontata vittoria della democrazia costituzionale, da noi così faticosamente costruita, sia ricondotta...
  • L’investitura

    La velocità, la fretta, l’urgenza di rispondere alle esigenze internazionali dei mercati e dei poteri politici con cui questa Italia povera, divisa in classi che non si riconoscono fra loro e che si confondono nelle rispettive richieste di protezione e di tutela dei bisogni e dei privilegi, tutto questo...
  • Renzi sceglie Gentiloni e vuole l’election day entro giugno

    A metà pomeriggio Paolo Gentiloni è già con un piede a palazzo Chigi. Poi spunta un ostacolo. Il Colle insiste perché il successore di Renzi sia il ministro dell’Economia Padoan. Le considerazioni che motivano il capo dello Stato sono chiare: si tratta dello stesso vento europeo che ha caratterizzato...
  • La copia della copia

    La copia dell’originale era meglio. Più determinata a spalleggiare i poteri forti, l’Europa delle banche, i profitti dei padroni di casa nostra e non solo quelli di un determinato gruppo imprenditoriale. La copia della copia chissà se lo potrà essere? Dal ministero degli Esteri a Palazzo Chigi… Sempre che...
  • Sinistra, un’alternativa costituzionale

    È un sollievo sentirsi ancora felicemente protetti e difesi dalla Costituzione. Con la soddisfazione dei giusti, ci sentiamo protagonisti della vittoria referendaria di domenica scorsa e guardiamo con maggiore fiducia al nostro futuro. Ci siamo schierati per il No non solo per salvaguardare la Costituzione, ma soprattutto per valorizzare...
  • Dai Comitati del NO, all’ANPI, al “No sociale”, una proposta per la legge elettorale

    Al Comitato per la Democrazia Costituzionale, All’ANPI, ai Comitati per il “NO” Sociale Il tema della legge elettorale emerge in questo momento come quello prioritario nel sistema politico italiano in base all’esito referendario determinatosi domenica scorsa. E’ necessario prenderne atto: il sistema politico italiano è stato sfarinato dai tentativi...
  • Ferrero: “No alla sinistra di Sua Maestà”

    Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, intervistato da IntelligoNews, boccia senza appello la proposta dell’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia di un nuovo soggetto politico (Campo Progressista) in grado di riunire “la sinistra fuori dal Pd”. Scende in campo Pisapia che si dice pronto a riunire la sinistra...
  • Il renzismo è già finito, la burla ancora no

    Considerata la effettiva levatura del personaggio, era nelle cose che una immensa tragedia, come la sconfitta senza appello ricevuta in uno storico referendum che avrebbe dovuto incoronarlo, si tramutasse in burla. Che Renzi uscisse di scena, recitando, prima del commiato per lui inevitabile, la parte residua con un repertorio...
  • Il marasma nel PD e gli strappi che non si ricuciono

    Si rinsaldano le minoranze, le correnti, le pseudo opposizioni interne al Partito democratico: tutto è in sommovimento, frenetico, ingestibile persino dal punto di vista delle cronache che tentano di arrancare dietro ad una corsa folle al riposizionamento degli ormai inesistenti equilibri politici che, come dopo un terremoto devastante, provano...
NO referendum

emergenza Covid