Prima e dopo il golpe

Sinceramente vi domando: ma il golpe in Turchia era quello che abbiamo visto giorni fa o è ancora in atto e non ce ne siamo accorti? Forse non c’è...

Sinceramente vi domando: ma il golpe in Turchia era quello che abbiamo visto giorni fa o è ancora in atto e non ce ne siamo accorti? Forse non c’è una vera linea di demarcazione tra i due fatti: colpo di stato e repressione di stato.
Solo che, per la prima volta, pareva più democratico il colpo di stato rispetto allo Stato che lo ha sconfitto.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Confessioni di italiani

    I fintamente democratici sovranisti, neofascisti della modernità attuale, non ce la fanno proprio a dire che sono “antifascisti“. E perché mai dovrebbero, visto che sono fascisti. Il paradosso nasce...
  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...