Non ci resta che ridere

La carellata di simboli presentati al Viminali in queste ore è sempre un gran divertimento. I più improbabili partiti, i nomi meno immaginabili si riversano nei dieci centimetri di...

La carellata di simboli presentati al Viminali in queste ore è sempre un gran divertimento. I più improbabili partiti, i nomi meno immaginabili si riversano nei dieci centimetri di diametro di ciascun contrassegno. Ne escono delle bacheche ricche di vecchi simboli storici e di simboli che, pur non arrivando sulle schede, sono diventati in qualche modo “storici”. E del resto, si sa… la storia in questo nostro Paese è tutta una interpretazione soggettiva: per cui ci sta che si rievochi da trent’anni il Sacro Romano Impero o che si usi Robin Hood per promuovere un ambientalismo che poco ha a che fare con le sortite del celebre fuorilegge di Nottingham.
Non sarà la migliore Italia, non si tratta nemmeno di arrivare al governo… ma, come disse un noto politico un tempo, di risate se ne fanno tante!

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Quota 60?

    Sfruttati una vita per garantire le pensioni (ammesso che ancora possa essere così…) alle generazioni successive, poi relegati a ruolo di “non fruitori” del futuro e quindi magari anche...
  • Al livello delle palle

    Crea molta tristezza vedere undici giocatori di calcio fare il saluto militare. Solidarietà ad Erdogan? Per cosa? Per una aggressione ad un popolo che ha tutto il diritto di...
  • Cari avversari vicini e lontani…

    Tutto il mondo della politica di palazzo si sta allontanando da noi comunisti. Lo reputo positivo perché tornano a rimarcarsi le necessarie e oggettive differenze tra chi esprime una...
  • Il Paese che non esiste

    Il paese che non esiste sta per essere invaso dalle truppe della Turchia. Non c’è pace per i curdi e per il Kurdistan. Le repressioni turche, iraniane, siriane e...