Prima e seconda parte

Sento e leggo argomentazioni che affermano la bontà della riforma o, quanto meno, la non cattiveria della medesima perché non andrebbe ad incidere sulla prima parte della Costituzione, quella...

Sento e leggo argomentazioni che affermano la bontà della riforma o, quanto meno, la non cattiveria della medesima perché non andrebbe ad incidere sulla prima parte della Costituzione, quella concernente i diritti dell’uomo e del cittadino. Lasciatemeli declinare così, definire con un po’ di sano giacobinismo…
Quando la riforma sulla seconda parte riduce gli spazi di agibilità democratica e impedisce l’elezione dei senatori e aumenta ad esempio le firme per la proposta di leggi di iniziativa popolare da 50 a 120 mila, si toccano i principi anche della prima parte della Carta del 1948.
Quindi è falso affermare che non si va ad incidere sulla prima parte. Restano le parole ma cambia la loro applicazione concreta nella realtà.
La Costituzione non è separabile per capitoli indipendenti. È un “unicum” e così andrebbe anche riformata: tenendo conto di ciò che si va a rielaborare nel particolare e nel generale.
Ma un governo che persegue la volontà di fare dell’esecutivo il luogo centrale della “democrazia”, privilegiando persino nel calendario parlamentare le analisi dei propri disegni di legge, è evidente che è soltanto interessato ad un nuovo aspetto della Repubblica: da parlamentare a governativa.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



leggi e sostieni

info Covid-19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • Sfaccettature nere

    Un assessore regionale veneto di Fratelli d’Italia canta “Faccetta nera” a “La Zanzara“. Ne viene fuori la solita esaltazione ipocrita della presunta “libertà” di pensiero e di espressione da...
  • Eminenti signorini

    Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome,...
  • “Street food” un cazzo! (scusate il francesismo)

    Va bene che i quotidiani on-line diano la notizia del ritrovamento di un termopolio nella Pompei romana, con persino frammenti di cibo di oltre duemila anni fa… Ma che...
  • Chi vuol esser l’inopportuno?

    L’inopportuno è colui che sbaglia i tempi di una battuta, che introduce in una conversazione una parola, una frase che proprio in quel contesto andrebbe del tutto evitata. L’inopportuno...