La toppa peggio del buco

La prima campagna per il “Fertility day” era stata criticata e ritirata con tante scuse da parte del ministro della Salute Beatrice Lorenzin. La seconda campagna, sostitutiva della precedente,...

manifesto-fertility-dayLa prima campagna per il “Fertility day” era stata criticata e ritirata con tante scuse da parte del ministro della Salute Beatrice Lorenzin.
La seconda campagna, sostitutiva della precedente, tesa a rimediare gli scivoloni sui diritti delle donne, ha messo l’accetto sulle differenze tra fantastici giovani bianchi, sorridenti, per niente scapigliati e privi di sigaretta o di canna in mano e, appunto, l’esatto contrario: di colore, magari meno sorridenti, con pettinature non definite dalla riga di un pettine e con qualche sigaretta o canna in mano.
I primi sono “buone compagnie”, i secondi “cattive compagnie” da abbandonare: essere neri, avere i capelli non pettinati “con la riga”, a parte fumare sigarette e canne, renderebbe infertili le donne?
La domanda cruciale, però, è: ma il ministro a chi ha affidato le linee direttive di correzione della campagna? E, soprattutto: quali linee correttrici ha affidato? Perché la toppa è peggio del buco e con una campagna come quella appena inaugurata, il governo incita ad evitare le persone di colore, quelli che hanno i capelli alla Branduardi o i rasta e anche chi fuma una sigaretta…
Mai sentito parlare di “discriminazione”, “razzismo” e “pregiudizio”? Chissà…

(m.s.)

foto tratta da Facebook

categorie
Lo stiletto



leggi e sostieni

info Covid-19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • Quater

    Dunque, vediamo… Ipotesi urne, governo delle destre, Berlusconi al Quirinale. Il tutto al posto di un appoggio di Forza Italia ad un governissimo di unità nazionale o ad un...
  • Prima Gallera e mo’ ratti

    Ma di cosa vi meravigliate? Del fatto che l’assessore alla sanità della Regione Lombardia invochi il legame tra Prodotto interno lordo e numero di vaccini da poter somministrare alla...
  • Sfaccettature nere

    Un assessore regionale veneto di Fratelli d’Italia canta “Faccetta nera” a “La Zanzara“. Ne viene fuori la solita esaltazione ipocrita della presunta “libertà” di pensiero e di espressione da...
  • Eminenti signorini

    Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome,...