I sorrisi del coniglietto

A Berlino alcuni giovani graffitari hanno trasformato delle svastiche disegnate sui muri in sorrisi di coniglietti e altri personaggi e animali. Una alternativa c’è sempre. Immaginarla è già un...

A Berlino alcuni giovani graffitari hanno trasformato delle svastiche disegnate sui muri in sorrisi di coniglietti e altri personaggi e animali.
Una alternativa c’è sempre. Immaginarla è già un gran passo, crearla è quello successivo.
Due pennellate per deformare una svastica e farne un sorriso dentato di uno saltellante coniglio da Alice nel Paese delle meraviglie sono poca cosa, si potrebbe dire. Invece sono, se volete anche solo simbolicamente, l’espressione di chi non si arrende e risponde all’odio con l’allegria e ha già in testa un’altra idea del mondo.
Basta poco per esprimere una coscienza critica, davvero poco… e creare una grande coscienza di popolo.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Confessioni di italiani

    I fintamente democratici sovranisti, neofascisti della modernità attuale, non ce la fanno proprio a dire che sono “antifascisti“. E perché mai dovrebbero, visto che sono fascisti. Il paradosso nasce...
  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...