Educandi

“Carlo Giuliani se fosse stato educato diversamente, non sarebbe morto così e sua madre non sarebbe diventata senatrice!”. Questo uno dei commenti che ho letto su Facebook in merito...

“Carlo Giuliani se fosse stato educato diversamente, non sarebbe morto così e sua madre non sarebbe diventata senatrice!”.

Questo uno dei commenti che ho letto su Facebook in merito al ricordo del 16° anniversario dell’uccisione del giovane 23enne a Genova durante i giorni del G8.
Riporto la risposta che avrei voluto evitare, perché vorrei sperare che un commento del genere si giudichi da solo. Ma a volte bisogna rispondere e non dare troppe cose per scontate.

Quindi dall’educazione di Carlo Giuliani ne discende la sua morte che da omicidio diventa un suicidio, oppure omicidio premeditato dai genitori che lo hanno educato “così”… e dall’educazione di Carlo dipende l’elezione al Senato nelle fila di Rifondazione Comunista di Haidi Gaggio Giuliani?
Ce ne vuole per sragionare così. Ma evidentemente è possibile.
Chissà, forse se lei fosse stato educato diversamente avrebbe evitato di dire una scempiaggine del genere. Le applico, pari pari, il suo metodo.

(m.s.)

foto di Alberto Sguerso

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Harry d’America

    Trump è un pericolo. Lo si sa. Per batterlo servono tutte le armi democratiche possibili. Anche quelle più inaspettate: un appello apprezzabile del principe Harry e di sua moglie...
  • Libri per Fausto Leali

    «Mussolini ad esempio ha fatto delle cose per l’umanità, le pensioni, ma poi è andato con Hitler. Il quale nella storia era un fan di Mussolini». Così virgolettano i...
  • Tutto si lega

    Eh sì, cari compagni della “memoria condivisa“… giusto un “pochino” di responsabilità anche della morte di Willy l’avete voi. Considerando meritevoli di ricordo repubblichini, fascisti di vario genere e...
  • L’arte di saperla comunicare

    A differenza di altri critici, Daverio non aveva bisogno di urlare per costruire su di sé un personaggio. La pacatezza delle sue riflessioni e il modo con cui spiegava...