Santa Opinione Pubblica

Ora che avete collocato al posto giusto la gente giusta, assisteremo al restringimento progressivo di tanti piccoli spazi di agibilità sociale, politica, intellettuale. Sarà permesso fare e dire ma...

Ora che avete collocato al posto giusto la gente giusta, assisteremo al restringimento progressivo di tanti piccoli spazi di agibilità sociale, politica, intellettuale.
Sarà permesso fare e dire ma entro il limite di una opinione pubblica plasmata non sui valori della Costituzione, su un disegno di convivenza civicamente civile, dove si respira voglia di umanità perché si cerca l’uguaglianza, semmai su un desiderio di sicurezza apparente: respingere i barconi, cacciare i migranti presuntamente unificati sotto il nome improprio di “clandestini”.
Intanto rimarranno tutte le insicurezze antisociali in mezzo a dichiarazioni di insofferenza verso la legge sull’aborto, sulle unioni civili, plaudendo parimenti a maggiori spese militari, a più forze dell’ordine per le vie delle città…
Il risultato è che la cultura dell’uguaglianza è un disvalore. Dunque i comunisti sono quanto di più alieno oggi vi sia nella società del gialloverdismo. Dunque rimaniamo nel giusto avendo sempre, palesemente, torto per la santa “opinione pubblica”.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Si diceva

    Il PD e la scissione renziana. Un tempo si diceva: “Epurandosi il Partito si rafforza.”. Occhio… Lenin parlava di noi comunisti mica del PD… (m.s.) Stampa in PDF questo...
  • Minore e maggiore

    Permettete che oggi lo Stiletto sia dato in mano a Nino, al nostro caro Antonio Gramsci. Come tanti suoi testi, questo che segue sembra proprio scritto per una stretta,...
  • Serie “Il governo sociale” / 1

    Legge elettorale proporzionale con sbarramento al 4% ed effetto cosiddetto “disproporzionale”, ossia che, inducendo a votare le forze maggiori, di fatto annulla il proporzionale stesso e reintroduce una specie...
  • Manifesto mite

    Caro “manifesto”… sei tu ad essere troppo “mite” nelle valutazioni su questo governo. Colui che oggi definisci “mite” fino a pochi giorni fa governava con la Lega e approvava...