Per un nuovo comunismo

Credo di averlo già scritto, ma lo riscrivo. Perché cambiano i tempi, rapidamente e in questa situazione di crisi globale, è bene forse anche ripetersi se si affrontano temi...

Credo di averlo già scritto, ma lo riscrivo. Perché cambiano i tempi, rapidamente e in questa situazione di crisi globale, è bene forse anche ripetersi se si affrontano temi fondamentali o che, almeno, si reputano tali.

Biasimo la sperimentazione sugli animali. Ma penso che se fossero i topi a trovarsi nella nostra situazione, un vaccino lo sperimenterebbero su noi.

Comunque sia, nessuna sperimentazione animale per altri motivi è in qualche modo giustidicabile, se non per motivi strettamente scientifici, che possono salvare la vita di miliardi di individui.

Poi… però, rispettiamo tutti gli esseri viventi. Non siamo una specie dominante su altre. Siamo ospiti di questo pianeta tanto quanto i cinghiali, l’upupa o il koala, la mucca, il coniglio, l’usignolo o la balena…

Pensare ad uno stile di vita e di alimentazione che inizi a svalorizzare le “magnifiche” proprietà del carni, aiuterebbe a rispettare la vita intera del pianeta e a procurarci meno disfunzioni organiche e meno malattie anche fatali.

Provateci.

Essere vegetariani non è poi così difficile e non si rinuncia a nulla se non a mettere dentro noi pezzi di altri esseri viventi, miliardi di animali uccisi per il corto circuito dieta – gusto – allevamenti intensivi – profitti – deforestazioni e consumi idrici enormi – animali-merci – domanda – offerta – profitti…

Se questa esperienza tremenda della pandemia da Covid19 insegna molte cose, da una rivalutazione del pubblico nella gestione dei settori essenziali degli Stati alla necessità di un ripensamento del cosiddetto modello di sviluppo, insegna anche a dover necessariamente rispettare tutti gli esseri viventi, senza classificazione di specie.

Se continueremo a ritenerci i dominatori del pianeta, ad antropizzarlo, saranno inevitabili sviluppi di nuove pandemie e dovremo fare sempre più fatica a fronteggiare le minacce della nostra probabile estinzione.

Anticapitalismo, lotta di classe, antiliberismo, ecosocialismo o… barbarie.
#iorestoacasa

(m.s.)

Foto di Enrique Meseguer da Pixabay 

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Le destre

    Le destre. Queste destre, nere, verdi, arancioni, azzurre. Le destre classiche e quelle derivano dal secessionismo, dalla proclamazione della repubblica federale padana in quel di Venezia a quelle del...
  • Covid all’arancia

    Arancioni fuori, neri dentro. I tratti dei “forconi” da un lato, le presenze neofasciste dall’altro. Movimenti popolari: una ventina, dicono. Uniti, federati dietro lo striscione “Politici ladroni a casa!“....
  • Porte chiuse

    Stando così le cose, un “Libro bianco” sulla diffusione dell’epidemia da Covid-19 sarà necessario. Come ai tempi del G8 di Genova. Il problema sono sempre i fatti, che hanno...
  • La soglia del “voto”

    Se solo fosse possibile mostrare con grande semplicità, con una comunicazione diretta, immediata le enormi ingiustizie che i popoli subiscono ogni giorno da parte dei potenti al servizio di...