Ma quale pilastro…

Le imprese non sono il pilastro del Paese, perché sono private e producono profitti a scapito di milioni e milioni di lavoratori sfruttati. Gli imprenditori non sono produttori della...
Carlo Bonomi, Presidente di Confindustria, ascolta il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte agli "stati generali" a Villa Pamphili a Roma

Le imprese non sono il pilastro del Paese, perché sono private e producono profitti a scapito di milioni e milioni di lavoratori sfruttati.

Gli imprenditori non sono produttori della ricchezza nazionale direttamente: assolvono solo al ruolo antisociale che devono avere nel sistema delle merci, nel capitalismo.

Tutto rientra perfettamente negli incastri di un puzzle chiarissimo: un governo liberista che approva norme in favore del rafforzamento dell’impresa privata; una Confindustria sempre più aggressiva che ora esige anche 3,4 miliardi di euro dallo Stato per le accise sull’energia “impropriamente trattenute“:

Nei venticinque anni che cita Bonomi, i suoi simili, i padroni, hanno fatto tutto e il contrario di tutto: hanno imposto le loro esigenze di classe sempre.

Lo hanno fatto con i governi tecnici di Monti, con Letta, con Renzi e poi con il Conte I.

Lo stanno facendo anche ora, proprio mentre l’epidemia – e non la psuedo “sinistra” che sta in maggioranza – piega l’esecutivo a decisioni di compromesso tra bisogni popolari e pubblici e privilegi imprenditoriali.

Non s’ha da fare! Bonomi deve prevalere anche sul Covid-19 e averla vinta anche questa volta davanti a politiche di pallidissimo riformismo (non) sociale.

Sfrontati come i loro profitti. Sfacciati come le richieste di finanziamenti pubblici per “salvare i lavoratori” quando sbagliano le strategie di mercato e investono malamente. Facendo sempre pagare il conto ai più deboli, ai moderni sfruttati.

Non ci si può aspettare che il governo risponda picche a Bonomi. Ma per Confindustria non è mai abbastanza, perché in fondo di masse di disperati da sfruttare sa, soprattutto in questo periodo, di trovarne a bizzeffe…

(m.s.)

foto: screenshot

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Strade separate

    Dalla fine degli anni ’70 del secolo scorso, il liberismo nasce, cresce e si espande sulla base dell’assunto per cui sempre meno deve essere lo spazio dato allo Stato...
  • Una vergogna nazionale

    La Resistenza è stata un’enormità, una lotta di popolo, un capovolgimento storico, persino rivoluzionario e non potrà mai essere vilipesa da un accomodamento utilitaristico di qualche centinaia di migliaia...
  • Dall’alto in basso

    Sostiene il Papa che le giovani coppie italiane sono più propense a vivere con cani e gatti piuttosto che a fare figli. Sostiene la diocesi di Albenga della Chiesa...
  • Serena rassegnazione

    Un terzo delle persone che mi passano accanto per la strada sono senza mascherina. Bofonchio tra me e me, mentre cammino: «Cosa c’è di così difficile da capire nel...