A Musa, che voleva solo vivere

Musa Balde aveva 29 anni. Li aveva. Si è impiccato come Geordie perché gli aprissero i cancelli del CPR dove era stato rinchiuso, a Torino, dopo essere stato aggredito...
Musa Balde

L’aggressione subita a Ventimiglia da Musa Balde da parte di tre italiani

Musa Balde aveva 29 anni. Li aveva. Si è impiccato come Geordie perché gli aprissero i cancelli del CPR dove era stato rinchiuso, a Torino, dopo essere stato aggredito a Ventimiglia, sprangato perché migrante, perché di colore, perché povero, perché rappresentava “l’invasione“, perché era tutto il contrario di quanto una larga parte di questo Paese si aspetta di trovare sempre ad ogni angolo della sua quotidiana esistenza.

Bianchi, rassicuranti, dall’accento di casa, magari sovranisti, pieni d’odio verso il diverso: chiunque esso sia. Musa per questi era ciò che non deve stare in Italia. Così, dopo averlo curato, lo hanno portato a Torino in un centro di accoglienza. L’hanno però lasciato da solo con i suoi demoni interiori, con le sue ferite profonde, con le contusioni sulla pelle.

Musa non ce l’ha fatto a reggere il peso di una vita invivibile, senza prospettive: con l’unica certezza di un prossimo, imminente rimpatrio in Guinea.

Si è suicidato e ora la porta gliela devono aprire. Ma i suoi aggressori italiani restano a piede libero, impuniti, mentre Musa ha pagato il prezzo della vita per il solo fatto di volerla vivere esattamente come tutte e tutti noi.

(m.s.)

foto: screenshot You Tube

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...
  • Disperato, povero Afghanistan

    Vent’anni di guerra in Afghanistan, di missioni militari, di occupazioni e di depredazioni di risorse energetiche. Vent’anni (e più) di risiko asiatico, tra i confini dell’ex Urss, l’Iran islamico...