Le destre

Le destre. Queste destre, nere, verdi, arancioni, azzurre. Le destre classiche e quelle derivano dal secessionismo, dalla proclamazione della repubblica federale padana in quel di Venezia a quelle del...
Antonio Tajani, Giorgia Meloni e Matteo Salvini il 2 giugno 2020 a Roma

Le destre. Queste destre, nere, verdi, arancioni, azzurre.

Le destre classiche e quelle derivano dal secessionismo, dalla proclamazione della repubblica federale padana in quel di Venezia a quelle del fascismo del nuovo millennio.

Le destre italiane, quelle liberali ormai eclissatesi anche per vergogna ma, soprattutto, per essere state surclassate dalla prepotenza linguistica, dall’esibizione muscolare dei toni, dalla banalità dei più vuoti luoghi comuni.

Le destre di un Paese sempre più povero a causa delle presunte sinistre e dei centro-sinistra che si sono alternati nel governare la deriva liberista dell’economia: privatizzazioni di tutti i settori pubblici, fondamentali per la continuità dello stato-sociale.

Le destre che si permettono tutto ormai, anche di scendere in piazza il 2 giugno, la festa di una Repubblica antifascista che vorrebbero strumentalizzare e far passare alla stregua del 4 novembre.

Le destre così ligie al dovere! Così rispettose delle leggi! Così pronte a rimbrottare chiunque devii dalla norma, fuoriesca dal sentiero tracciato dal diritto, sempre e comunque, senza alcun se e senza alcun ma.

Le destre, queste patetiche forze politiche fatte di trasformismo all’infinito, all’ennesima potenza, di cambi di casacca, giacca o felpa che dir si voglia, che oggi infrangono le più elementari norme per la tutela della salute pubblica.

Le destre. Questo prodotto di scarto dell’apparato intestinale che, comunque sia, finisce sempre nelle fogne.

(m.s.)

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Potermi dire…

    Non so voi, ma io non giro per strada con una pistola carica in tasca. Potete pure aggredirmi. Farò il possibile per difendermi, ma non sparerò mai a nessuno....
  • Vaccini e green pass: buonsenso al quadrato

    Il dubbio, la critica, la circostanziazione delle proprie idee non possono mai essere fini a sé stessi. Altrimenti si rischia di tradire proprio quello spirito che le voleva uniformare...
  • Scompensi studenteschi

    Un rapporto sulla DAD, la didattica a distanza adottata nel corso del biennio pandemico in cui ancora siamo immersi, redatto dai responsabili di INVALSI (l’Istituto Nazionale per la Valutazione...
  • Va’ dove ti porta la destra

    Lo pensavate che i danni maggiori li avrebbero fatti col referendum che voleva abolire il Senato e modificare radicalmente la Costituzione… Ed invece no… Non era per niente finita....