Capolavoro

“Meglio che rimanga questo governo, finché i Cinquestelle riescono ancora a contenere Salvini”. “Se cade il governo, dopo ne avremo uno peggiore, a guida leghista, senza i Cinquestelle che...

“Meglio che rimanga questo governo, finché i Cinquestelle riescono ancora a contenere Salvini”.

“Se cade il governo, dopo ne avremo uno peggiore, a guida leghista, senza i Cinquestelle che fanno da freno”.

Posso anche condividere il senso di queste affermazioni che sento e che leggo qua e là. Tuttavia penso che prima questo governo cade e meglio è per tutti.

Al peggio non c’è mai fine solo perché non esiste un meglio da contrapporgli (…e, tanto per intenderci, non è il PD il meglio… forse è il “meno peggio” per alcuni. Per me è e rimane parte del “problema”).

Ma ditemi una cosa… Ma la funzione dei Cinquestelle non era quella di rovesciare il tavolo della politica dei partiti? Non era quella di instaurare il regno dell’onestà?

Col 34% dei voti sono riusciti a farsi trainare da Salvini e a consegnargli il governo del Paese pur avendo una maggioranza parlamentare ancora a loro favore e, probabilmente, perderanno le battaglie “storiche” del loro movimento.

Quando si dice “un capolavoro politico”.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Harry d’America

    Trump è un pericolo. Lo si sa. Per batterlo servono tutte le armi democratiche possibili. Anche quelle più inaspettate: un appello apprezzabile del principe Harry e di sua moglie...
  • Libri per Fausto Leali

    «Mussolini ad esempio ha fatto delle cose per l’umanità, le pensioni, ma poi è andato con Hitler. Il quale nella storia era un fan di Mussolini». Così virgolettano i...
  • Tutto si lega

    Eh sì, cari compagni della “memoria condivisa“… giusto un “pochino” di responsabilità anche della morte di Willy l’avete voi. Considerando meritevoli di ricordo repubblichini, fascisti di vario genere e...
  • L’arte di saperla comunicare

    A differenza di altri critici, Daverio non aveva bisogno di urlare per costruire su di sé un personaggio. La pacatezza delle sue riflessioni e il modo con cui spiegava...