Massimo D’Alema

  • La sinistra di D’Alema e Zingaretti è una perdita di tempo (ed energie)

    “Una riunificazione possibile” potrebbe essere un titolo consono. Un altro potrebbe essere di tono shakespeariano… “Molto rumore per nulla”. Un altro ancora, per rimanere a teatro, potrebbe parafrasare Pirandello: “Alcuni personaggi in cerca di…” non si sa bene cosa, ma in realtà si sa. Si tratta, per farla breve, delle...
  • Massimo D’Alema e la scoperta dell’acqua calda

    Riscopre l’acqua calda il compagno Massimo D’Alema che, a mia memoria per la prima volta in tanti anni, fa pubblicare un suo editoriale dal “Manifesto” e scrive, tra le tante altre cose: “Certo all’origine della crisi della sinistra ci sono scelte che vengono da lontano e che hanno profondamente...
  • Parte la lista unitaria Mdp-Si, attesi i civici. E poi arriverà Grasso

    La navigazione non sarà facile, il non smagliante risultato siciliano riporta tutti con i piedi per terra, ma le sinistre sciolgono le vele. E partono verso una lista «unitaria». Se sarà anche «unica» si vedrà. IERI MDP HA RIUNITO la sua direzione e ha lanciato nuovi affondi contro Renzi. Bersani...
  • Da D’Alema ai radicali, sinistra e centrosinistra: gli opposti listoni (immaginari)

    «Abbiamo forze limitate, se ci poniamo obiettivi troppo ambiziosi e non realistici rischiamo di venire meno a un dovere più limitato ma non meno importante: fare in modo che in Italia tornino ad avere voce la politica e gli ideali della sinistra». Nella capitale, al convegno «Era notte a...
  • Pisapia e «il passo a lato», fra smentite e assemblee

    Il primo a spifferarlo era stato la scorsa settimana l’amico e consigliere Bruno Tabacci: «Pisapia secondo me è molto vicino a mollare, è molto disamorato». Dal quartier generale dell’ex sindaco di Milano era subito arrivata la smentita:«L’impegno di Campo progressista, e quindi anche di Pisapia, prosegue». Ieri un articolo...
  • Nella trappola di Renzi e di D’Alema

    Il contenuto e le modalità di approvazione della legge elettorale consentono l’impostazione di una campagna elettorale imperniata sulla reciprocità delle “trappole” tra Renzi e D’Alema. Da un lato, infatti, si richiamerà alla “vocazione maggioritaria” chiedendo il voto utile per arrivare al mitico 40% e governare così da soli con...
  • Bruttiful

    Si riavvicinano, si lasciano. Si riprendono ancora, litigano, mettono il broncio e si mandano vicendevolmente a quel paese. No, non è una puntata di “Beautiful”… E’ una puntata di “Mdp e Campo progressista” di D’Alema, Bersani, Speranza e Pisapia. Un “Bruttiful” tutto all’italiana. (m.s.) foto tratta da Pixabay...
  • Il campo stretto di Pisapia

    La legge di bilancio, alla fine della legislatura, è uno spartiacque che impegna la sinistra a dare battaglia contro una politica economica del governo che, giustamente, Gentiloni rivendica alla continuità di chi lo ha preceduto. Scostamento dal deficit e ribollita delle scelte che hanno coperto di miliardi le imprese...
  • Pisapia e MDP chiedono meno ticket sanitari e si accontentano

    Sembra già tanto che nell’incontro di ieri tra Campo progressista, Mdp e governo si sia parlato di sanità. La sanità, ha detto Pisapia, è tra le priorità politiche insieme all’occupazione, alle tutele di chi lavora, all’ambiente, alla sicurezza del territorio. Per cui Pisapia ha chiesto a Gentiloni «investimenti per...
  • Ancora dissertazioni sulla sinistra

    Dopo decenni di testa nascosta sotto la sabbia e di subalternità alla logica di governo liberista la crisi della socialdemocrazia europea è ufficialmente aperta e fa scorrere fiumi d’inchiostro, pioggia di dichiarazioni sui social e scorrere infinito di immagini televisive. Per prenderne atto compiutamente (dopo gli scricchiolii già ascoltati...
  • Cento e più piazze per una alternativa di sinistra

    L’ipotesi della ricostruzione da sinistra di un nuovo ambiente politico di centrosinistra è l’elemento divisivo per eccellenza nell’apertura di una stagione di ridefinizione del campo della sinistra di alternativa. La contezza di questa volontà da parte di Articolo 1 – MDP e di Campo progressista dovrebbe essere ormai una...
  • «La strada con Mdp va avanti». Ma ormai è Tormentone Pisapia

    Non è un buon segno che a sinistra la notizia del giorno siano le smentite. Non una, ben due. Massimo D’Alema, intervistato dal Corriere della Sera, nega di aver detto «Mai alleati con il Pd», frase che invece campeggia nel titolo, insieme a «Pisapia sia più coraggioso». A sua...
  • Pisapia e D’Alema. Ma davvero la sinistra è questa?

    Per tagliare con l’accetta, si potrebbe dire che quello che si muove a “sinistra” del Pd sia combattuto se allearsi col Pd prima delle elezioni oppure dopo. L’orizzonte resta quello, già sperimentato del centrosinistra i cui effetti devastanti sulle condizioni di vita dei lavoratori e sulle speranze di alternativa...
  • Pisapia&Ditta, di nuovo Insieme

    Al quinto piano di un palazzo a due passi dal Senato le squadre schierate l’una di fronte all’altra e in mezzo un tavolo (per Mdp Bersani, D’Alema, Epifani, Speranza, Laforgia, Guerra, Stumpo, D’Attorre, Scotto, Paolucci; per Campo Progressista Pisapia, Ferrara, Smeriglio, Furfaro, Capelli, Tabacci, Manconi, Monaco, Romano) fanno un...
  • Il progetto di D’Alema e Pisapia è una fotocopia del PD

    Il progetto di D’Alema, Tabacci, Bersani e Pisapia è una fotocopia del PD, un centrosinistra bonsai. Sono i soliti noti, quelli che hanno votato la legge Fornero e mille altre pseudo-riforme liberiste, che si mettono insieme per riproporre la solita minestra riscaldata. Chi vuole costruire una lista di sinistra...
  • Pisapia, è quasi crisi per l’abbraccio «fatale»

    Il fidanzamento politico fra Giuliano Pisapia e Art.1 non si è rotto, ma se non la crisi, il primo litigio serio è già arrivato. Per poco non era fatale. Dopo una settimana di malumore, retroscena smentiti e veleni, la goccia assassina è stato l’abbraccio amichevole – fa sorridere ma...
  • La posta in gioco non è il governo ma una forza di sinistra

    Il Forum “C’è vita a sinistra” (il manifesto, 8 luglio) ha avuto il merito di mettere finalmente di fronte alcuni interpreti potenziali della costruzione di una lista di sinistra e forse, obiettivo ancor più ambizioso, di un processo unitario, facendoli interloquire direttamente. Cosa che prima era avvenuta solo a...
  • Acerbo: «Basta perder tempo dietro a Pisapia e D’Alema»

    «Basta perder tempo dietro a Pisapia e a D’Alema». Lo ripete quasi ossessivamente Maurizio Acerbo, abruzzese recentemente eletto segretario nazionale di Rifondazione Comunista. Lo incontriamo a margine di una festa di partito, al termine di un dibattito sulle grandi opere. Acerbo è preoccupato per il percorso della lista di...
  • Insiem(istica): omen nomen?

    Le strategie politiche non sono mai fondate su una completa saggezza: ossia non portano con sé sempre una buona fede a tutto tondo. C’è sempre qualche angolo in cui si nascondono tattiche di posizionamento e, quindi, le parole sono sovente un fenomeno dietro al quale si nasconde un secondo...
  • La nuova sinistra c’è. Manca la lista. Forum a “il manifesto”

    Il manifesto lavora, non da oggi, per la costruzione di un processo unitario della sinistra, a volte anche spingendo il cuore oltre l’ostacolo. Lo abbiamo fatto avventurandoci in un dibattito, largo e partecipato, dal titolo «C’è vita a sinistra», per contrastare la penosa coazione del «pochi ma buoni», quella...
  • La zuppa acida dell’eterno ritorno al centrosinistra

    Porte chiuse. La riunione della Direzione nazionale si è svolta a porte chiuse ma si sa praticamente molto di ciò che è accaduto. Renzi prosegue imperterrito con la sua linea “autonomista”, per un PD che non stipuli alleanze con altri. Almeno nel campo della sinistra, riferendosi chiaramente ad Articolo...
  • Chi è morto di invidia o di Pisapia

    Ho seguito buona parte dello streaming del cosiddetto happening del nuovo soggetto politico di Giuliano Pisapia e di Articolo 1-Mdp. Happening al quale è stato dato il nome di “1nsieme, nessuno escluso”. Ammetto che, data la distanza che separa le mie posizioni politiche da quelle dei protagonisti di Piazza...
  • “Insieme”, per dare una speranza al liberismo

    Parole e compatibilità Alla fine del pomeriggio romano di Giuliano Pisapia, Bruno Tabacci, Pierluigi Bersani, Roberto Speranza e Massimo d’Alema, insieme alla Presidente della Camera Laura Boldrini, restano tutte belle parole, nobili concetti slanci di volontà da mettere in pratica con la fondazione del nuovo movimento o partito che...
  • Renzi è accerchiato E Prodi si arrende: levo le tende dal PD

    Veltroni, Prodi e anche Franceschini. Da ieri a alzare la paletta rossa dell’alt di fronte alla ormai incerta marcia di Matteo Renzi non c’è solo la fragile minoranza interna del Pd in combinato disposto (in realtà non perfettamente disposto) con gli ex Pd e con Giuliano Pisapia. Ieri Walter...
  • D’Alema: «A sinistra è vietata la rottura, per tutti noi è l’ultima chiamata»

    Per dirla come la direbbe un comunista italiano, non si può dire che Massimo D’Alema sia stato convinto dalla riunione dei ’civici’ di domenica scorsa al Brancaccio. «Da vecchio militante ho una certa esperienza di assemblee, in questa c’era un po’ di estremismo. A partire dall’introduzione di Tomaso Montanari», spiega...
  • Mdp rilancia Pisapia insieme ai civici, resta il nodo della lista unica

    «Nessuno è autosufficiente. Serve una lista, la più unitaria possibile» basata su «un programma radicalmente alternativo al Pd di Renzi» ma che sia «un programma di governo». Dopo aver incontrato Giuliano Pisapia ieri mattina Roberto Speranza ha riunito i cinquanta parlamentari di Art.1 insieme ad altri di Campo Progressista....
  • Mai più il centrosinistra!

    La formazione di un “Centrosinistra discontinuo” è un concetto che ieri sera Pierluigi Bersani ha ripetuto su La 7 ieri sera cercando di contestualizzarlo e, quindi, di farne la fisionomia anche del movimento da lui fondato. La funzione di Articolo 1 – MDP sarebbe dunque questa: agire dall’esterno su...
  • Sull’intervista a D’Alema

    Oggi l’intervista di D’Alema al Corriere della Sera ha il merito di mettere in chiaro la sua proposta politica. L’unica cosa condivisibile sono i giudizi negativi su Renzi. Per il resto D’Alema ripropone il maggioritario e la riedizione del centro sinistra e la costituzione di un partito di centro...
  • #bastaCentroSinistra

    L’intervista a D’Alema di ieri sul Corriere della Sera mette in evidenza molte cose. Prima fra tutte: noi dobbiamo costruire una alternativa a renzismo, d’alemismo che vuole ricreare il centrosinistra, destre liberiste e destre fasciste. In due parole: dobbiamo tornare ad essere DISTINGUIBILMENTE DIVERSI da tutti gli altri! Il...
  • Civati: “Uniamoci, una follia tante liste di sinistra”

    Pippo Civati, se fosse al senato voterebbe la sfiducia contro il ministro Lotti? Noi di Possibile abbiamo una posizione di principio: votiamo sempre la sfiducia a un governo che non vogliamo. Non è così per tutte le ormai tante sinistre in parlamento. La divisione è un destino? No, se...
  • La crisi del PD e le attrazioni fatali

    Di fronte alla crisi dirompente che attraversa il PD e alla sua possibile scissione si moltiplicano sui media borghesi le analisi delle cause e le frasi ad effetto (“un partito nato male e troppo tardi: un amalgama mal riuscita”; “un partito mai nato”; “il suicidio perfetto”, ecc.), ma nessuno...
  • La crisi del PD e il riallineamento politico

    La crisi del PD è precipitata verso la possibile formazione di un nuovo soggetto politico prima ancora che in Parlamento avesse inizio la discussione sul nuovo sistema elettorale: quindi con un grado di incognita molto elevato dal punto di vista dei proponenti questa novità. Del resto che il combinato...
  • Emiliano resta nel Pd. Anche Orlando corre. Ma la scissione si fa

    «Chi non lotta ha già perso». Così, con una citazione nientemeno che di Ernesto Che Guevara, alla fine di una direzione Pd in cui la minoranza prende l’ultima sportellata in contumacia (i bersaniani e i dalemiani sono assenti), Michele Emiliano annuncia che resta nel Pd, si candida al congresso...
  • PD, le ragioni della scissione

    Al di là dell’esito concreto della vicenda interna al PD (che ci sia o non ci sia la scissione) è il caso di indagare a fondo la situazione che si sta profilando ricercandone le cause: Primarie: istituzionalizzazione del sacrificio e del tragico senso di colpa che non trova una...
  • Se telefonando… La scissione corre sul filo. E fuorionda

    Matteo Renzi, bontà sua, ha alzato il telefono. Dopo la sfuriata del ministro Graziano Delrio, che lo aveva accusato di non fare abbastanza per evitare l’inevitabile e di non dare l’impressione di dolersi abbastanza per la scissione prossima ventura, il segretario, giovedì sera, ha chiamato il governatore della Puglia...
  • Ipotizziamo… Dialogare o no con un nuovo PDS?

    Con i se e con i ma non si fa la storia e non la si analizza nemmeno, figuriamoci se può essere possibile e accettabile fare il presente: soprattutto non si può analizzarlo attraverso calcoli ipotetici. Giganteggia il dinamismo a sinistra o in quella che in senso ampiamente lato...
emergenza Covid