La solita “invidia sociale”

Su ItaliaOggi odierna potete leggere questo articolo. È esattamente il prototipo di un classismo esasperato e disperato: davanti alle mille negligenze e contraddizioni che il sistema capitalistico pone oggi...

Su ItaliaOggi odierna potete leggere questo articolo.

È esattamente il prototipo di un classismo esasperato e disperato: davanti alle mille negligenze e contraddizioni che il sistema capitalistico pone oggi più di qualunque ieri, davanti alle tante nuove diseguaglianze discriminatorie per miliardi di salariati e altrettanti poveri e miserabili del nuovo millennio, si risponde con un argomento pateticamente ridicolo: l’ “invidia sociale” degli indigenti, politicamente trasversale da Hitler a Fidel Castro, da Stalin a Pol Pot.

Alla giustizia sociale si sostituisce un sentimento squalificante moralmente: chi rivendica i propri diritti sociali lo farebbe, alla fine, non per un principio di equità, di uguaglianza, ma soltanto per rivalersi di una posizione meramente di inferiorità, di subordinazione persino morale, quasi da “casta” indiana.

Il miglior repertorio anticomunista intriso di una retorica antistorica veramente insopportabile e disarmante si mescola ad un timido riferimento al papa, stigmatizzato come “monotematico progressista“.

Se si vuole magnificare la ricchezza, almeno si abbia il coraggio di scrivere e dire che può anche esistete ma sempre a scapito di altri se non è il prodotto di una condivisione sociale nell’intero ciclo economico…

(m.s.)

11 dicembre 2021

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Invasori e invasati

    Biden minaccia l’intervento militare americano se Pechino dovesse agire contro Taiwan. Dunque contro una parte del suo territorio storicamente inteso, politicamente diviso dal resto del paese. Intervento militare per...
  • La bara di Shireen

    Non rispettano i vivi, perché mai dovrebbero rispettare i morti. E quando i vivi portano i morti sulle loro spalle, li accompagnano con le bandiere palestinesi e cercano di...
  • Il pene sul cappello

    Saranno anche “episodi“, “casi isolati“, “goliardie” cameratesche ma, comunque le si voglia chiamare, restano delle gran schifezze quasi predatorie. Mani morte, tentate slinguazzate, approcci sessuali più o meno spinti....
  • Mea et vestra culpa

    Adesso, via, forza… accusate nuovamente anche il papa di essere “putiniano“, caso mai non l’aveste già fatto. O, piuttosto, di essere un “pacifinto“, uno che vuole la pace “perché...