Inscindibili

La riforma è Renzi e Renzi è la riforma. Senza questo governo non ci sarebbe alcuna riforma costituzionale che tenta di stravolgere la Costituzione stessa. Ergo, questa controriforma è...

La riforma è Renzi e Renzi è la riforma. Senza questo governo non ci sarebbe alcuna riforma costituzionale che tenta di stravolgere la Costituzione stessa.
Ergo, questa controriforma è inseparabile dall’azione di governo.
Io avrei voluto non attribuirla al governo (avrebbe significato l’impossibilità non violata di vedere un esecutivo produrre dei cambiamenti costituzionali…), ma è proprio il governo che l’ha preparata su altrui disposizione: dei mercati, dei disegni di semplificazionismo delle regole di tutela sociali che ancora esistono e sono materia protetta dalla Carta del 1948.
Quindi, se parliamo della controriforma non possiamo fare a meno che darne un giudizio estendendolo all’esecutivo.
Votare “sì” è dare anche fiducia ad un atto quindi del governo.
Un atto grave che, pertanto, non avendo il governo la nostra fiducia, vedrà tantissimi bei NO vergati sulle schede di domenica prossima nelle cabine elettorali.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...
  • Disperato, povero Afghanistan

    Vent’anni di guerra in Afghanistan, di missioni militari, di occupazioni e di depredazioni di risorse energetiche. Vent’anni (e più) di risiko asiatico, tra i confini dell’ex Urss, l’Iran islamico...