Eminenti signorini

Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome,...

Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome, come per l’abbazia di Umberto Eco ne “Il nome della rosa“) invece è una scelta.

Signori, mettetevi d’accordo: noi gay non scegliamo di essere malati e non siamo malati di scelta. Forse gli eterosessuali scelgono di esserlo? Ah già… è naturale… Noi gay invece non lo siamo. Siamo extranaturali, magari anche extravergini.

Quante repressioni di sé stessi, quanti pregiudizi autoindotti, quanto male vi fate e ci fate. A noi quasi cinquatenni ormai ben poco, ma pensate ai giovani che si affacciano a questo mondo e che vi sentono parlare.

Nel desiderio che spinge all’amore non c’è nessuna malattia e nessuna scelta. C’è l’essere quel che si è, senza sconfinare nella pena dell’ontologia.

Lasciateci “essere” e voi continuate pure a “sembrare” quello che non siete. Non abbiamo due vite per potervi capire nella prima e rifiutare nella seconda. Ne abbiamo una soltanto e anche breve. Fatevi di lato, fateci passare: dobbiamo vivere.

(m.s.)

Foto di 0805edwin da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Il cerchio della vita

    Euro 2020, Danimarca versus Finlandia. Christian Eriksen finisce a terra. Arresto cardiaco. I compagni i squadra accorrono, lo soccorrono. Gli praticano il massaggio cardiaco prima ancora dei medici. Gli...
  • Non ti saluto, mascherina

    Rivendico la scellerataggine di mettermi la mascherina anche all’aperto. Anche quando squillerano le trombe mediatiche del liberi tutti, del “non c’è più alcun pericolo”. Già si sentono ed etichettano...
  • A Musa, che voleva solo vivere

    Musa Balde aveva 29 anni. Li aveva. Si è impiccato come Geordie perché gli aprissero i cancelli del CPR dove era stato rinchiuso, a Torino, dopo essere stato aggredito...
  • Il non ultimo innocente

    Nonostante certi temi siano temporalmente appartenenti ad ogni epoca, perché riguardano l’universalità di princìpi che ci comprendono tutte e tutti; nonostante coinvolgano ogni paese di questo nostro pianeta; nonostante...