Eminenti signorini

Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome,...

Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome, come per l’abbazia di Umberto Eco ne “Il nome della rosa“) invece è una scelta.

Signori, mettetevi d’accordo: noi gay non scegliamo di essere malati e non siamo malati di scelta. Forse gli eterosessuali scelgono di esserlo? Ah già… è naturale… Noi gay invece non lo siamo. Siamo extranaturali, magari anche extravergini.

Quante repressioni di sé stessi, quanti pregiudizi autoindotti, quanto male vi fate e ci fate. A noi quasi cinquatenni ormai ben poco, ma pensate ai giovani che si affacciano a questo mondo e che vi sentono parlare.

Nel desiderio che spinge all’amore non c’è nessuna malattia e nessuna scelta. C’è l’essere quel che si è, senza sconfinare nella pena dell’ontologia.

Lasciateci “essere” e voi continuate pure a “sembrare” quello che non siete. Non abbiamo due vite per potervi capire nella prima e rifiutare nella seconda. Ne abbiamo una soltanto e anche breve. Fatevi di lato, fateci passare: dobbiamo vivere.

(m.s.)

Foto di 0805edwin da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Invasori e invasati

    Biden minaccia l’intervento militare americano se Pechino dovesse agire contro Taiwan. Dunque contro una parte del suo territorio storicamente inteso, politicamente diviso dal resto del paese. Intervento militare per...
  • La bara di Shireen

    Non rispettano i vivi, perché mai dovrebbero rispettare i morti. E quando i vivi portano i morti sulle loro spalle, li accompagnano con le bandiere palestinesi e cercano di...
  • Il pene sul cappello

    Saranno anche “episodi“, “casi isolati“, “goliardie” cameratesche ma, comunque le si voglia chiamare, restano delle gran schifezze quasi predatorie. Mani morte, tentate slinguazzate, approcci sessuali più o meno spinti....
  • Mea et vestra culpa

    Adesso, via, forza… accusate nuovamente anche il papa di essere “putiniano“, caso mai non l’aveste già fatto. O, piuttosto, di essere un “pacifinto“, uno che vuole la pace “perché...