Chi vuol esser l’inopportuno?

L’inopportuno è colui che sbaglia i tempi di una battuta, che introduce in una conversazione una parola, una frase che proprio in quel contesto andrebbe del tutto evitata. L’inopportuno...

L’inopportuno è colui che sbaglia i tempi di una battuta, che introduce in una conversazione una parola, una frase che proprio in quel contesto andrebbe del tutto evitata. L’inopportuno è colui che quando si deve pensare a qualcosa di particolarmente serio, fa esattamente l’opposto o propone di farlo con veemenza, insistendo.

Non si accorge (o finge di non accorgersi) che ciò che dice e che vuole fare proprio è fuori luogo, fuori tempo, fuori del tutto. L’inopportuno è colui che sbaglia la metrica delle azioni nel leggere il testo della quotidianità e pensa di essere intonato, di dare la giusta cadenza alle parole, di recitare ottimamente la sua parte e di essere per giunta magari pure di ispirazione per altri.

L’inopportuno è ingenuo se in buona fede, mentre è proprio stronzo (e pure un po’ sadico) se sa di essere fuori di ogni opportunità.

Adesso provate a fare un gioco: calate nell’inopportuno un po’ di personaggi della politica di palazzo dell’oggi e tentate di risolvere l’enigma. La sagoma (che sagoma!) di chi entra perfettamente nelle linee tratteggiate di cui sopra?

Buon divertimento.

(m.s.)

Foto di Hans-Peter Heuser da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Gli inventori

    Che peccato… Così tanta bellezza artistica, così tanta cultura e così tanta storia in mezzo a pedofilia, banchieri corrotti, affaristi senza scrupoli, traffici loschi… E tutto grazie all’invenzione di...
  • Il cerchio della vita

    Euro 2020, Danimarca versus Finlandia. Christian Eriksen finisce a terra. Arresto cardiaco. I compagni i squadra accorrono, lo soccorrono. Gli praticano il massaggio cardiaco prima ancora dei medici. Gli...
  • Non ti saluto, mascherina

    Rivendico la scellerataggine di mettermi la mascherina anche all’aperto. Anche quando squillerano le trombe mediatiche del liberi tutti, del “non c’è più alcun pericolo”. Già si sentono ed etichettano...
  • A Musa, che voleva solo vivere

    Musa Balde aveva 29 anni. Li aveva. Si è impiccato come Geordie perché gli aprissero i cancelli del CPR dove era stato rinchiuso, a Torino, dopo essere stato aggredito...