Avversari

Il gioco del meno peggio, almeno per me, è finito da tempo. Sulla base di questo pseudo divertimento al ricatto permanente si è logorata la democrazia parlamentare e si...

Il gioco del meno peggio, almeno per me, è finito da tempo. Sulla base di questo pseudo divertimento al ricatto permanente si è logorata la democrazia parlamentare e si è frustrato il Paese a morire di leaderismi e a dimenticare le idee, la connessione tra attualità del pragmatismo e prospettiva della trasformazione.
Chi già da anni e anni, da lustri, ha perso il gusto per la difesa dei diritti sociali e ha accettato trasformazioni politiche mostrandosi come ancora di sinistra e magari comunista, pensando di poterlo fare come se gli altri fossero dei servi sciocchi, ha sbagliato i conti. E i conti, come i nodi, vengono al pettine e alla tiratura della somma.
E la somma oggi è una sottrazione per quel 40% di ceto medio, di borghesia e di imprenditori uniti ad una piccola parte di popolo che si è fatto sedurre da promesse e banalità renziane, degne del peggiore berlusconismo d’antan.
Non mi spaventano gli avversari: ho sempre pensato che l’autonomia dei comunisti fosse tale solo in relazione alla diversità che rappresentano.
Il PD, i grillini, le destre storiche, sono tutti avversari miei. Non ne faccio motivo di orgoglio, ma ne faccio motivo di costruzione di una alternativa veramente di sinistra. E non un lento trascinarsi nella diatriba del governismo da ricercare a tutti i costi, dell’inseguimento di una idea di centrosinistra che è morta, più morta, cotta e stracotta di forze come Rifondazione Comunista che saranno anche marginali ma che sono ancora vive in qualche modo e che, nel loro piccolo, producono qualche azione in direzione di questa rinascita dell’alternativa.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Potermi dire…

    Non so voi, ma io non giro per strada con una pistola carica in tasca. Potete pure aggredirmi. Farò il possibile per difendermi, ma non sparerò mai a nessuno....
  • Vaccini e green pass: buonsenso al quadrato

    Il dubbio, la critica, la circostanziazione delle proprie idee non possono mai essere fini a sé stessi. Altrimenti si rischia di tradire proprio quello spirito che le voleva uniformare...
  • Scompensi studenteschi

    Un rapporto sulla DAD, la didattica a distanza adottata nel corso del biennio pandemico in cui ancora siamo immersi, redatto dai responsabili di INVALSI (l’Istituto Nazionale per la Valutazione...
  • Va’ dove ti porta la destra

    Lo pensavate che i danni maggiori li avrebbero fatti col referendum che voleva abolire il Senato e modificare radicalmente la Costituzione… Ed invece no… Non era per niente finita....