Vedo grigio, vedo nero

Le analogie le vedo. A tinte fosche. A tinte grigio-nere. Col trattino in mezzo ai due colori, per separarli e anche per unirli. Separarli perché un po’ tutto ciò...

Le analogie le vedo. A tinte fosche.
A tinte grigio-nere. Col trattino in mezzo ai due colori, per separarli e anche per unirli.
Separarli perché un po’ tutto ciò che è umano il grigiore della paura lo separa dal resto: da giudizi equilibrati, dal buon senso, dalla tendenza, che dovrebbe essere umana, a considerare l’uguaglianza come un valore e non come una sopportazione, un peso da portare, un riferimento morale fastidioso.
Separarli perché un po’ tutto ciò che è reso dis-umano dal grigiore, il nero lo peggiora: la sopportazione diventa intolleranza, disprezzo, contrarietà aperta, nuova cultura antisociale delle masse sedotte dalla egoistica disperazione del futuro invisibile.
Le analogie le vedo, eppure se le affermassi sarei certamente deriso nel migliore dei casi, incompreso nel peggiore.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Ma è solo una pacca sul culo…

    Non è peggio, ma sembra esserlo: il chiedere scusa, il ridimensionare quel gesto, farne una sorta di estemporaneità comportamentale, come se una violenza fisica fosse riconducibile ad un ambito...
  • Ceto medio tax

    Ci speri per un attimo. Che il taglio delle tasse, per una volta, sia – se non proprio di matrice progressista (cosa del resto impossibile con un governo come...
  • Per l’obbligo vaccinale

    Forse è venuto il momento di rivendicare anche i diritti di noi vaccinati. Di persone che, con storie diverse – come è ovvio – ma con un identico fine,...
  • “…potranno trovare applicazione…”

    La direttiva del ministro Lamorgese, che è direttiva del governo intero (a meno che non sia stata contestata, smentita o criticata senza che lo si sia saputo), è un...