Un altro modo per non accogliere

Basta cambiare acronimo: CIE, CPR. Basta cambiare nomi: “esplusone” in “rimpatrio”. E tutto sembra “tanto più onesto e gentile”, per parafrasare Dante che è stato profugo anche lui seppure...

Basta cambiare acronimo: CIE, CPR. Basta cambiare nomi: “esplusone” in “rimpatrio”. E tutto sembra “tanto più onesto e gentile”, per parafrasare Dante che è stato profugo anche lui seppure sempre in terra italica.
Poi, legando ai nuovi provvedimenti sui migranti anche quelli richiesti dall’Anci sul decoro e la sicurezza delle città, si raggiunge l’apice del buonismo, questo sì, di pessima ispirazione, dal retrogusto di nuova normativa “speciale”, nonostante il governo neghi: nessun nuovo reato, sostiene Gentiloni.
Ed è vero: ma anche nel trattamento dei reati possono nascere nuovi reati. Come nel tagliare le verdure diversamente possono nascere nuovi minestroni.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...
  • Disperato, povero Afghanistan

    Vent’anni di guerra in Afghanistan, di missioni militari, di occupazioni e di depredazioni di risorse energetiche. Vent’anni (e più) di risiko asiatico, tra i confini dell’ex Urss, l’Iran islamico...