Nostro

Una “logica” proprietaria, frutto di una egemonia culturale di destra, consente oggi di sentirsi padroni a casa propria, superiori per etnia (altri direbbero per razza), migliori perché maschi: più...

Una “logica” proprietaria, frutto di una egemonia culturale di destra, consente oggi di sentirsi padroni a casa propria, superiori per etnia (altri direbbero per razza), migliori perché maschi: più intelligenti, scaltri, arguti.
La retrocessione incivile che viviamo è alimentata da un degrado anti-culturale spaventoso.
Reti sociali, televisione e Internet in senso lato, da strumenti di espansione della conoscenza e dell’interazione tra mondi e culture differenti sono diventati l’opposto.
Hanno contribuito all’estremizzazione dell’individualismo e, quindi, ad un aumento dell’egoismo anche proprietario: delle nostre cose, delle nostre case, della nostra terra, delle nostre donne.
“Nostro” è parola che è stata usata e abusata intenzionalmente per rimarcare la “possessione”, quindi sia come aggettivo sia come pronome è diventato un indecoroso specchio dove riflettere le frustrazioni dell’ignoranza dilagante.
La superficialità e il pressapochismo si sono sostituiti, culturalmente e quindi anche socialmente, alla voglia di indagare, di studiare di approfondire e alla meticolosa ricerca della precisione. In ogni campo.
Quindi, la funzione pedegogico-politico-sociale delle comuniste e dei comunisti deve essere un punto fondante di ogni presente e futura nostra azione.
Senza questa disposizione di metodo e di merito, non c’è alcuna sinistra possibile per costruire una alternativa di società.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...
  • Disperato, povero Afghanistan

    Vent’anni di guerra in Afghanistan, di missioni militari, di occupazioni e di depredazioni di risorse energetiche. Vent’anni (e più) di risiko asiatico, tra i confini dell’ex Urss, l’Iran islamico...