Ma come siamo cattivi!

Suvvia, che mai c’entra il governo con la controriforma costituzionale? “Separate le ragioni che avete contro il governo da quelle che avete contro la riforma!”, dicono. Lunedì sera su...

Suvvia, che mai c’entra il governo con la controriforma costituzionale?
“Separate le ragioni che avete contro il governo da quelle che avete contro la riforma!”, dicono.
Lunedì sera su Rai1 a difendere le ragioni del “sì”, infatti, c’erano noti esponenti non facenti parte del governo: Boschi, Padoan e Calenda. Tre ministri, di cui uno proponente addirittura la controriforma stessa.
Un voto favorevole dato a questa controriforma è una fiducia a questo governo.
Votare NO, vuol dire sfiduciare popolarmente il governo e bocciare la sua idea di Stato, di Repubblica, di non-democrazia.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Ma è solo una pacca sul culo…

    Non è peggio, ma sembra esserlo: il chiedere scusa, il ridimensionare quel gesto, farne una sorta di estemporaneità comportamentale, come se una violenza fisica fosse riconducibile ad un ambito...
  • Ceto medio tax

    Ci speri per un attimo. Che il taglio delle tasse, per una volta, sia – se non proprio di matrice progressista (cosa del resto impossibile con un governo come...
  • Per l’obbligo vaccinale

    Forse è venuto il momento di rivendicare anche i diritti di noi vaccinati. Di persone che, con storie diverse – come è ovvio – ma con un identico fine,...
  • “…potranno trovare applicazione…”

    La direttiva del ministro Lamorgese, che è direttiva del governo intero (a meno che non sia stata contestata, smentita o criticata senza che lo si sia saputo), è un...