Due mazzate? Ma anche no!

“Anche due mazzate però…”. No. Io sono abituato ad evitare la violenza come strumento politico. Lavoro, nel mio piccolo, per il ritorno alla delegittimazione delle organizzazioni neofasciste, xenofobe e...

“Anche due mazzate però…”.
No. Io sono abituato ad evitare la violenza come strumento politico. Lavoro, nel mio piccolo, per il ritorno alla delegittimazione delle organizzazioni neofasciste, xenofobe e razziste, per il ritorno della vergogna dell’essere fascisti.
Lo faccio parlando, scrivendo.
C’erano molti modi di sostenere la Resistenza: chi lo ha fatto con le armi e chi come Lidia Menapace lo ha fatto senza armi. 
Ecco, io sarei stato come Lidia, probabilmente.
Ciascuno vive l’antifascismo a suo modo. Ciò che conta è esserlo.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Harry d’America

    Trump è un pericolo. Lo si sa. Per batterlo servono tutte le armi democratiche possibili. Anche quelle più inaspettate: un appello apprezzabile del principe Harry e di sua moglie...
  • Libri per Fausto Leali

    «Mussolini ad esempio ha fatto delle cose per l’umanità, le pensioni, ma poi è andato con Hitler. Il quale nella storia era un fan di Mussolini». Così virgolettano i...
  • Tutto si lega

    Eh sì, cari compagni della “memoria condivisa“… giusto un “pochino” di responsabilità anche della morte di Willy l’avete voi. Considerando meritevoli di ricordo repubblichini, fascisti di vario genere e...
  • L’arte di saperla comunicare

    A differenza di altri critici, Daverio non aveva bisogno di urlare per costruire su di sé un personaggio. La pacatezza delle sue riflessioni e il modo con cui spiegava...