Come a Sobibor, come a Treblinka, come ad Auschwitz

Separare donne e bambini che entrano “illegalmente” (le virgolette perché ci permettiamo di obiettare che nessun essere umano è illegale e che non è illegale muoversi per il mondo...

Separare donne e bambini che entrano “illegalmente” (le virgolette perché ci permettiamo di obiettare che nessun essere umano è illegale e che non è illegale muoversi per il mondo da esseri umani) dal Messico negli Stati Uniti d’America.
E’ l’ultima proposta dell’amministrazione governativa a stelle e strisce per, si dice, “scoraggiare gli ingressi” dei migranti.
A me vengono in mente solo periodi veramente bui della storia in cui si organizzavano queste divisioni, quando si separavano donne e figlie da una parte e uomini e figli dall’altra, maschi da femmine, abili da non abili, utili allo “sforzo bellico” da “inutili” al medesimo.
Allora le immagini erano in bianco e nero, dietro a fili spinati elettrificati. A volte questo accadeva con l’arrivo dei convogli giornalieri nei campi di sterminio dell’Est Europeo, altre volte questo avveniva dentro ai campi, per stabilire chi sarebbe andato alle camere a gas e poi nei forni crematori e chi, chissà per quanti mesi o giorni, ne sarebbe stato risparmiato.
La “divisione” tra donne e bambini a me ha riportato alla mente quel periodo storico. Storico? Vedendo ciò che accade nel mondo, segnatamente negli Usa, la storicità è tutt’altro che definibile come tale: si tratta di stretta, tremenda, pura attualità.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Sopra-vivere

    In fondo nessuno vive veramente. Tutti sopravviviamo nella vita stessa, senza accorgercene. Per vivere davvero, dopo aver imparato – più o meno – il non senso della vita, occorrerebbe...
  • Harry d’America

    Trump è un pericolo. Lo si sa. Per batterlo servono tutte le armi democratiche possibili. Anche quelle più inaspettate: un appello apprezzabile del principe Harry e di sua moglie...
  • Libri per Fausto Leali

    «Mussolini ad esempio ha fatto delle cose per l’umanità, le pensioni, ma poi è andato con Hitler. Il quale nella storia era un fan di Mussolini». Così virgolettano i...
  • Tutto si lega

    Eh sì, cari compagni della “memoria condivisa“… giusto un “pochino” di responsabilità anche della morte di Willy l’avete voi. Considerando meritevoli di ricordo repubblichini, fascisti di vario genere e...