Sovranismo psichico

L’ultimo ritratto fatto dall’ISTAT è impietoso: almeno per chi considera solidarietà, uguaglianza e rispetto dei diritti sociali e civili come trittico alla base di una normalissima convivenza civile dentro...

L’ultimo ritratto fatto dall’ISTAT è impietoso: almeno per chi considera solidarietà, uguaglianza e rispetto dei diritti sociali e civili come trittico alla base di una normalissima convivenza civile dentro il sistema delle diseguaglianze per eccellenza (il capitalismo). 

Gli italiani sono affetti da “sovranismo psichico”, sono rabbiosi, pieni di paure e quindi stracolmi di pregiudizi e vivono ogni giorno pensando che questa condizione, che subiscono anche inconsciamente (inoculata dai tanti maestri del terrore a tutti i costi), sia inevitabile, ineludibile e, pertanto, sostanzialmente accettabile.

Seppure con qualche rimostranza, la maggioranza della popolazione è oggi prigioniera di questa visione distorta e sbagliata dei fatti: fatti che non vengono osservati nemmeno nella loro fase di emersione superficiale attraverso i titoli dei giornali. Si va oltre il classico uso di Internet: si considera solo Facebook la fonte di ogni verità. Tutto il resto è noia per uno sforzo che si dovrebbe fare nel leggere più a lungo, approfondire le notizie, confrontarle da giornale a giornale, magari sfogliare anche un cartaceo.

Gli italiani sono “spaventati” sostiene l’ISTAT: di cosa hanno paura? E perché hanno paura? 

Hanno paura dell’insicurezza, dell’incertezza. Non hanno più punti di riferimento se non le grida dei populisti e dei sovranisti. Ed è ben poco per dirsi sicuri davvero.

La nuova sicurezza si sviluppa tra le paludi dell’odio e del disprezzo, del sospetto e del pregiudizio. Brutta Italia: venti anni di berlusconismo e eredità liberiste di governi tecnici e di presunta sinistra portano a questo. A far prosperare il capitalismo nei suoi peggiori lati espressivi.

I frutti li dovreste avere sotto gli occhi: non avete sicurezza, ma solo paura. Non avete certezze ma solo precarietà.

Ma naturalmente è colpa dei comunisti. Se può farvi stare bene, almeno per un secondo al giorno, ditelo, pensatelo pure.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Ma è solo una pacca sul culo…

    Non è peggio, ma sembra esserlo: il chiedere scusa, il ridimensionare quel gesto, farne una sorta di estemporaneità comportamentale, come se una violenza fisica fosse riconducibile ad un ambito...
  • Ceto medio tax

    Ci speri per un attimo. Che il taglio delle tasse, per una volta, sia – se non proprio di matrice progressista (cosa del resto impossibile con un governo come...
  • Per l’obbligo vaccinale

    Forse è venuto il momento di rivendicare anche i diritti di noi vaccinati. Di persone che, con storie diverse – come è ovvio – ma con un identico fine,...
  • “…potranno trovare applicazione…”

    La direttiva del ministro Lamorgese, che è direttiva del governo intero (a meno che non sia stata contestata, smentita o criticata senza che lo si sia saputo), è un...