Parole semplici

Parole semplici. Sono quelle che la sinistra deve recuperare per ritornare a connettersi con le persone semplici, quei milioni di proletari smarriti che non percepiscono il bisogno della sinistra...

Parole semplici. Sono quelle che la sinistra deve recuperare per ritornare a connettersi con le persone semplici, quei milioni di proletari smarriti che non percepiscono il bisogno della sinistra stessa.
Parole semplici come quelle di Francesco che ieri ha riunito con la sua presenza milioni di persone Milano, Monza e in Lombardia durante il suo girovagare.
Parole semplici su temi complessi di vario tipo: lavoro, carcere, repressione, disagio sociale, bullismo.
Tutto è lotta sociale, non ci sono classifiche di valori. Prima viene il lavoro, ma la lotta per l’emancipazione dal lavoro salariato, per il superamento dell’economia capitalistica non esclude tutte le altre.
Non c’è da imitare la Chiesa cattolica, ma semmai c’è da imparare una comunicazione che è possibile e che invece ci rifiutiamo di usare, tutti protesi in grandi analisi che servono al nostro ego, molto poco al nostro proletariato sempre, continuamente oppresso. Anche nel così moderno 2017.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Buchi di governo

    Dal “Decreto semplificazioni“, primo punto dopo i nodi ferroviari: «nuova linea Torino-Lione: tunnel di base ed adeguamento linea storica». La TAV al primissimo posto nell’elenco delle infrastrutture cui mettere...
  • Il velo di Silvia

    E’ una questione di libertà. Una libertà che si vede, un’altra che si fa fatica a vedere. Silvia Romano ha dichiarato che per lei “il velo è un simbolo...
  • Gatticidio

    Dunque, la grande inchiesta dei giornali telematici e non di due giorni fa è il gatto ucciso e cucinato da un migrante per strada. E’ un orrore, certo. Non...
  • Mascherina mia, mascherina tua

    Ce lo dobbiamo dire: le manifestazioni sono socialità e servono a ripristinare il carattere popolare della politica. Ne ho vissute tante e spero di viverne ancora molte. Però, se...