Non ti saluto, mascherina

Rivendico la scellerataggine di mettermi la mascherina anche all’aperto. Anche quando squillerano le trombe mediatiche del liberi tutti, del “non c’è più alcun pericolo”. Già si sentono ed etichettano...

Rivendico la scellerataggine di mettermi la mascherina anche all’aperto. Anche quando squillerano le trombe mediatiche del liberi tutti, del “non c’è più alcun pericolo”. Già si sentono ed etichettano come “buon senso” il togliersele a tutti i costi, magari mantenendo ancora un po’ le distanze, magari facendo finta ora di essere liberi.

Illusi che la libertà sia il ritornare a mangiare al tavolo di un ristorante piuttosto che salvarsi dalla rata del mutuo per la casa o dal contratto di lavoro sempre più precario, sempre più parcellizzato, con il fiato di Bruxelles che soffia sul collo della povera gente.

Rivendico la testardaggine di tenere la mascherina quando e come vorrò. E di toglierla quando riterrò che davvero il buon senso abbia conquistato quei milioni di italiani che, in questi ultimi due anni, ho visto infischiarsene beatamente della salute altrui, con strafottenza, con piglio di superiorità, con l’alterigia di chi conosce solo le notizie false sulle calamite da provare addosso al braccio della nonna, mentre si irride invece la cautela degli scienziati e dei medici.

Rivendico una stupidità che non fa male a nessuno, se non forse solo a me stesso: ma ne sono consapevole, criticamente. Quindi è già una mezza dabbenaggine.

Vi lascio a complottismi varii, ipotesi e illazioni. Mi tengo ancora la mascherina. Al chiuso e all’aperto. E se vi do fastidio, scusate tanto, ma non me importa proprio niente.

(m.s.)

Foto di congerdesign da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Il cerchio della vita

    Euro 2020, Danimarca versus Finlandia. Christian Eriksen finisce a terra. Arresto cardiaco. I compagni i squadra accorrono, lo soccorrono. Gli praticano il massaggio cardiaco prima ancora dei medici. Gli...
  • A Musa, che voleva solo vivere

    Musa Balde aveva 29 anni. Li aveva. Si è impiccato come Geordie perché gli aprissero i cancelli del CPR dove era stato rinchiuso, a Torino, dopo essere stato aggredito...
  • Il non ultimo innocente

    Nonostante certi temi siano temporalmente appartenenti ad ogni epoca, perché riguardano l’universalità di princìpi che ci comprendono tutte e tutti; nonostante coinvolgano ogni paese di questo nostro pianeta; nonostante...
  • Come Battiato

    Un giorno chiesero a Franco Battiato: “Lei è vegetariano, vero?“. Rispose: «Sì. Non critico chi mangia carne, questa è una mia scelta venuta con il tempo. Per esempio: ho...