Noia primaria

Mi sembra che ci stiamo abituando stancamente a tanti riti che non meritano nemmeno un degno commento. Uno di questi riti sono state le primarie del Partito democratico: non...

Mi sembra che ci stiamo abituando stancamente a tanti riti che non meritano nemmeno un degno commento. Uno di questi riti sono state le primarie del Partito democratico: non hanno entusiasmato nemmeno accesi detrattori come il sottoscritto.
Non avevano nessun sacro fuoco di polemica ma solo la tenue, innocua schermaglia tra contendenti che, oltre a differenze di rito, create giusto per dare un senso di confronto “democratico” nella rilegittimazione del renzismo alla guida del PD, non sono poi così diversi tra loro.
Oggi Orlando prova a contestare il risultato del voto dicendo che Renzi non ha superato il 70%. Ma sinceramente poco importa: il plebiscito c’è stato. E oggi è già domani. E ieri è già un oggi passato e trapassato.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Mascherina mia, mascherina tua

    Ce lo dobbiamo dire: le manifestazioni sono socialità e servono a ripristinare il carattere popolare della politica. Ne ho vissute tante e spero di viverne ancora molte. Però, se...
  • Riconoscersi

    Se siamo i primi noi a non ritenere centrale l’abolizione della proprietà privata dei mezzi di produzione, non possiamo pretendere che i lavoratori sentano il bisogno di una simile...
  • Il sorriso di Alex

    Alex Zanardi ha messo tutto sé stesso negli sport che ha praticato. Sport veloci, dove l’adrenalina si fa sentire, dove la libertà si esprime proprio nell’accelerazione, nel distacco dalla...
  • Ma quale pilastro…

    Le imprese non sono il pilastro del Paese, perché sono private e producono profitti a scapito di milioni e milioni di lavoratori sfruttati. Gli imprenditori non sono produttori della...