La rabbia, l’odio e la paura di alcuni milioni di italiani

“Insieme senza muri”, a Milano oggi, sarà una bella marcia colorata. E smentirà l’odio di certi giornali che seminano odio, che fanno titoli che oltrepassano la libertà di stampa....

“Insieme senza muri”, a Milano oggi, sarà una bella marcia colorata. E smentirà l’odio di certi giornali che seminano odio, che fanno titoli che oltrepassano la libertà di stampa.
Perché la libertà di stampa non può essere anatema, stigma pernicioso.
Può capitare di scrivere con la rabbia addosso, di essere furibondi e di fare un titolo ad effetto che colpisca per una volta l’immaginario collettivo e anche le coscienze.
Ma non si può assistere ogni giorno a rovesciamenti di tonnellate di disprezzo verso nostri simili, verso categorie deboli per le situazioni che le hanno condotte in Italia a cercare rifugio, riparo e magari a tentare di passare un confine a Ventimiglia che, ancora oggi, rimane invalicabile per i migranti.
Ogni essere vivente, umano o meno che sia, ha diritto di esistere e di non veder soffocato questo suo diritto da nessun regolamento, da alcuna legge, da alcun potere.
Quando questo avviene, l’odio diventa la costante anche dei titoli di giornali e siti Internet.
Per battere la cattiveria gratuita c’è un solo modo: informarsi, capire e non giudicare, ma studiare sempre, perché non è mai abbastanza ciò che sappiamo di 6.940.000.000 di persone che, esclusi noi italiani, abitano su questo pianeta.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • A Samuel Paty

    Se sento il nome di Samuel Paty penso alla scuola, penso a quei ragazzi francesi che studiavano con lui e che imparavano, a poco a poco, a vivere laicamente,...
  • La gentilezza è una carezza

    «Scusatemi se vi saluto da lontano». Una frase bella, un bel pensiero perché sommessamente gentile. Cortese al punto giusto. Rispettoso e generoso. In fondo basta davvero poco per esprimere...
  • Decreti di redenzione

    Pare che dopo cinque riunioni al Ministero dell’Interno, finalmente le forze della maggioranza di governo abbiano trovato la quadra per superare l’ignominia dei “decreti sicurezza” di impronta giallo-verde. Ce...
  • L’esercito delle mascherine

    Le mascherine da mettere ogni giorno su tutto il territorio nazionale sono una misura che condivido. Ma si può fare tranquillamente a meno della presenza dell’esercito per le vie...