Il Paese che non esiste

Il paese che non esiste sta per essere invaso dalle truppe della Turchia. Non c’è pace per i curdi e per il Kurdistan. Le repressioni turche, iraniane, siriane e...

Il paese che non esiste sta per essere invaso dalle truppe della Turchia.

Non c’è pace per i curdi e per il Kurdistan. Le repressioni turche, iraniane, siriane e irachene. Il rapimento di Ocalan che ancora si trova nelle carceri di Ankara sull’isola di Imrali. Poi l’Isis. Ora di nuovo i turchi.

Naturalmente Erdogan dirà che vuole eliminare i “terroristi” del Rojava, i combattenti dell’esercito dello YPG.

Un pretesto bisogna sempre metterlo davanti agli occhi ciechi del mondo per giustificare l’ennesima “missione di pace” benedetta dagli Stati Uniti d’America.

C’è molto da dire, c’è poco da aggiungere: stavamo, stiamo e staremo sempre con chi si batte per la libertà da ogni imperialismo, da ogni fascismo mascherato ora a stelle e strisce e domani all’ombra della Mezzaluna e della Sublime porta.

Ci vorrebbe un Lawrence d’Arabia… Ci vorrebbe un Ernesto Guevara. Ci vorrebbe un Giap. Speriamo ci siano. #freeKurdistan #freeOcalan

(m.s.)

foto tratta da Wikimedia Commons

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Gatticidio

    Dunque, la grande inchiesta dei giornali telematici e non di due giorni fa è il gatto ucciso e cucinato da un migrante per strada. E’ un orrore, certo. Non...
  • Mascherina mia, mascherina tua

    Ce lo dobbiamo dire: le manifestazioni sono socialità e servono a ripristinare il carattere popolare della politica. Ne ho vissute tante e spero di viverne ancora molte. Però, se...
  • Riconoscersi

    Se siamo i primi noi a non ritenere centrale l’abolizione della proprietà privata dei mezzi di produzione, non possiamo pretendere che i lavoratori sentano il bisogno di una simile...
  • Il sorriso di Alex

    Alex Zanardi ha messo tutto sé stesso negli sport che ha praticato. Sport veloci, dove l’adrenalina si fa sentire, dove la libertà si esprime proprio nell’accelerazione, nel distacco dalla...