Cordogli

Tra Italo Moretti e Giampaolo Pansa, il mio cordoglio va ad un giornalista che non ha mai adoperato nessun revisionismo dei fatti per fare attualità o per fare cronaca....

Tra Italo Moretti e Giampaolo Pansa, il mio cordoglio va ad un giornalista che non ha mai adoperato nessun revisionismo dei fatti per fare attualità o per fare cronaca.

Non si può sempre “condividere” tutto: nemmeno il cordoglio. Altrimenti facciamo il gioco di chi ha inventato la necessità dell’unità di popolo a tutti i costi sotto una “memoria condivisa“.

Ognuno piange i suoi morti: quelli che hanno provato a mostrare la Resistenza come fenomeno equiparabile al fascismo di Salò o addirittura peggiore per vendette post-belliche, non possono avere il mio cordoglio.

Non voglio essere ipocrita, per questo mi dispiace molto per la scomparsa di Italo Moretti. Quella di Pansa mi lascia, eufemisticamente, indifferente.

Nessun disprezzo, però. Restiamo, comunque, sempre umani e, se possibile, resistenti e partigiani (da una parte ben precisa).

(m.s.)

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Vi supplico

    Per favore, non ditemi che bisogna ricostruire il centrosinistra… Le condizioni aberranti delle politiche liberiste sono responsabilità di una sinistra che ha imitato il centro ed era assetata di...
  • Virus

    Tanti sono i virus che si trasformano in pandemie, in veri e propri stermini di massa della popolazione mondiale. Sono virus che mutano, che si trasmettono da animali a...
  • Se mi citofona Salvini…

    Quando ci saranno le elezioni in Liguria, se Salvini verrà a citofonare a casa mia per chiedermi se “spaccio”, gli dirò di sì. Spaccio solidarietà al posto di crudeltà...
  • Non potrete farne a meno

    21 gennaio 1921, a Livorno nasce il Partito Comunista d’Italia – Sezione della Terza Internazionale comunista. Ha quasi un secolo il comunismo italiano o, per meglio dire, quel che...